QR code per la pagina originale

Radeon HD 2900 XT, sette mesi di ritardo

,

La prima scheda della serie ATI HD 2000 è stata immessa finalmente sul mercato con ben sette mesi di ritardo rispetto all’iniziale data prevista per il rilascio.

Si tratta della Radeon HD 2900 XT caratterizzata da 512Mb di GDDR3 operanti alla frequenza di 1650Mhz DDR, un core con 320 Stream Processing Unit, dove si ricorda che la GeForce 8800 GTX/Ultra ne ha meno della metà, e un bus di memoria operante a 512bit (8 canali da 64bit), dove sulla GeForce 8800 GTX/Ultra opera a 384bit.

Infatti il confronto con le concorrenti di casa nVidia è pressoché inevitabile, ma prima di passare ai benchmark è bene precisare anche le altre novità offerte da questa scheda video tanto attesa.

Il supporto Crossfire è finalmente nativo, non serviranno più, infatti, gli obsoleti dongle CrossFire esterni (si ricorda che il CrossFire è l’equivalente dello SLI su nVidia); sono state integrate capacità di HDMI output con supporto surround 5.1, per cui non ci sarà più la necessità di collegare la scheda audio al connettore HDMI, ma vi sarà un unico convertitore DVI -> HDMI; sono stati apportati miglioramenti all’HQ anisotropic filtering ed è stata introdotta una nuova modalità di Anti Aliasing detta Custom Filter Anti-Aliasing (CFAA), che permette il raggiungimento di 24x AA; la tecnologia Avivo è qui alla sua seconda revisione ed è chiamata Avivo HD.

Passiamo ora ai confronti prima dell’analisi delle prestazioni:
Dal punto di vista dei consumi, la HD 2900 XT supera tutte le concorrenti nVidia, arrivando a necessitare circa l’8% di corrente in più, in un sistema di riferimento, rispetto alla GeForce 8800 Ultra, il che si traduce anche in una maggiore temperatura di esercizio, valutabile sempre nell’ordine dell’8%, sia in idle che sotto sforzo. L’elevata temperatura richiede anche una maggiore potenza del sistema di areazione che si traduce in una maggiore rumorosità della scheda, attutita un po’ da un sistema che, automaticamente, all’aumentare della temperatura aumenta anche la velocità della ventola, per cui se non si trova in condizioni di sforzo eccessivo, la rumorosità sarà ridotta.

Passando all’analisi delle prestazioni, in tutti i test effettuati la scheda si è quasi sempre trovata tra la GeForce 8800 GTS e la GeForce 8800 GTX, riuscendo, in pochi casi, a superare anche la seconda, mentre in altri si è lasciata superare anche dalla GTS. Sotto il punto di vista delle prestazioni, quindi, la HD 2900 XT è stata un po’ una delusione in quanto ci si aspettava una valida concorrente della 8800 GTX, ma dovremo aspettare ancora per sapere se ATI farà uscire altri modelli superiori o se comunque un rilascio di driver ottimizzati possa risollevare le prestazioni. Per il momento possiamo dire solo una cosa di certo: la ATI Radeon HD 2900 XT, con il suo costo di 399$, è probabilmente la scheda con il miglior rapporto qualità/prezzo presente attualmente sul mercato.

Video:Archos 55 Helium Plus e Archos 50 Helium Plus