QR code per la pagina originale

Porn.com venduto per 9.5 milioni di dollari

Il business legato ai domini non sembra aver fine ed il passaggio di mano di Porn.com sembra confermarne lo stato di buona salute. Il dominio è stato valutato 9.5 milioni, ma il prossimo record è già alle porte: Poker.com potrebbe valere 20 milioni

,

9.5 milioni di dollari. A tanto ammonta il valore del dominio Porn.com, passato di mano nelle ultime ore con un investimento cash da record per il dominio più famoso per antonomasia. Prima di Porn.com solo Sex.com aveva macinato tali cifre da capogiro, ma i 12 milioni sborsati nell’occasione erano composti da un’offerta mista di contante e capitale azionario.

Secondo quanto indicato dal Sidney Morning Herald, Business.com è stato venduto nel 1999 per 7.5 milioni di dollari, cameras.com per 1.5 milioni e scores.com per 1.2 milioni. Porn.com, invece, sarebbe passato di mano nel 1997 per 47.000 dollari, il che ben delinea l’affare compiuto dalla parte venditrice. Ad acquistare il dominio è la MXN Ltd., nome connesso a DownloadPass.com. La trattativa è stata gestita da Moniker.com. Gary Kremen, proprietario di Sex.com, si astrae dall’applauso per l’operazione: la cifra versata è giudicata eccessivamente onerosa e non in linea con quella che è la redditività del settore (Kremer ha già investito, oltre che in Sex.com, anche in migliaia di domini dello stesso ambito ma di importanza inferiore).

Il record di Porn.com, però, potrebbe presto essere bruciato: se il vizio delle donne non è sufficiente, il gioco può dare brividi maggiori ed il dominio Poker.com potrebbe dunque raggiungere una quotazione addirittura superiore a 20 milioni di dollari in virtù dei maggiori margini di lucro ottenibili. Porn.com, nella fattispecie, raccoglierebbe ad oggi 4.000 dollari al giorno attraverso i click dei 50.000 utenti unici raccolti.