Overclock del processore

Cosa significa Overclock? Significa semplicemente spingere i componenti del proprio PC al massimo delle prestazioni, oltrepassando i limiti di funzionamento per cui sono stati progettati.Nella maggior parte dei casi, questa pratica viene effettuata sul processore, ad esempio portando una CPU con frequenza di clock nominale di 2.6Ghz a funzionare a una velocità di 3Ghz. I

Cosa significa Overclock? Significa semplicemente spingere i componenti del proprio PC al massimo delle prestazioni, oltrepassando i limiti di funzionamento per cui sono stati progettati.

Nella maggior parte dei casi, questa pratica viene effettuata sul processore, ad esempio portando una CPU con frequenza di clock nominale di 2.6Ghz a funzionare a una velocità di 3Ghz.

I vantaggi di questa pratica sono di più rispetto agli svantaggi e i meno esperti potrebbero cadere in errore pensando di aumentare le prestazioni del proprio processore a costo zero.

“Overclokkare” un processore è paragonabile a truccare un’automobile: gli effetti, positivi e negativi, interessano l’intero sistema e se non sappiamo bene dove mettere le mani, bastano pochi secondi per combinare danni irreparabili.

In questa sede non intendo fornire indicazioni riguardo i metodi per effettuare un overclock (se ne trovano anche troppi in rete), ma voglio limitarmi a evidenziare quali sono gli svantaggi che tale pratica può provocare…anzi, che provocherà sicuramente.

Con l’aumentare della frequenza, aumenta, in modo proporzionale, anche la temperatura di esercizio e la quantità di corrente elettrica consumata. Inoltre, la vita del processore si accorcia a causa dello sforzo extra a cui è sottoposto il dispositivo.

Quelli descritti sopra sono gli effetti di un overclock ben riuscito.

Nel caso in cui il sistema di raffreddamento della CPU non sia adeguato, o nel caso in cui l’overclocker abbia sbagliato qualcosa, la conseguenza sarà quella di ritrovarsi tra le mani un processore tostato, come è possibile vedere nell’immagine. Inoltre, un overclock scorretto può provocare danni anche a scheda madre e memorie.

Personalmente sconsiglio questa pratica, soprattutto su PC che possono vantare prestazioni adeguate alle applicazioni attuali, anche se molti software forniti con le schede madri sono in grado di overclokkare il processore automaticamente “in caso di bisogno”, monitorandone costantemente la temperatura.

Se non siete esperti, ma siete interessati a questa pratica, sarà necessario armarsi di una documentazione adeguata, un PC sacrificabile e molta, ma molta, cautela.

Ti potrebbe interessare
Il futuro di Nokia, dal vivo
Smartphone Software e App

Il futuro di Nokia, dal vivo

Nokia ha presentato a Milano le novità già introdotte al GSM Word Congress dimostrando di non essere ancora pronta per un’interfaccia touchscreen all’altezza del nome dell’azienda, ma di concentrare molte risorse sulle evoluzioni della nuova generazione