Qualcomm infrange tre brevetti Broadcom

La giuria federale americana ha ritenuto Qualcomm colpevole di aver infranto tre brevetti appartenenti alla rivale Broadcom condannandola al pagamento di 19.6 milioni di dollari. Qualcomm si appellerà alla sentenza proclamando la propria innocenza

La giuria federale di San Diego ha giudicato Qualcomm colpevole di aver infranto tre brevetti appartenenti alla rivale Broadcom e ha richiesto un rimborso danni pari a 19.6 milioni di dollari.
I tre nodi chiave della vicenda legale riguardano la tecnologia utilizzata per la riproduzione dei video nei telefoni cellulari, per l’abilitazione delle conversazioni walkie-talkie tra apparecchi mobili e la possibilità’ di lavorare su due tipi di reti diverse.
Broadcom intende chiedere alla corte il blocco totale delle vendite relative ai cellulari contenenti le tecnologie in questione e vorrebbe vedere la pena triplicata dal momento che è emersa una chiara malafede da parte di Qualcomm. Quest’ultima, viceversa, appellerà la sentenza poichè convinta di non aver infranto alcun brevetto apartenente dalla azienda rivale.
La corte ha disposto una udienza il 18 giugno per ascoltare le mozioni successive al processo.

Il verdetto chiude una lunga battaglia per i brevetti che ha visto come protagoniste le due società. A maggio del 2005 Broadcom ha intentato una causa contro Qualcomm per aver infranto 10 brevetti relativi ai protocolli di comunicazione. Successivamente Broadcom ha sporto reclamo alla International Trade Commission affermando che Qualcomm importava prodotti rei di infrangere alcuni brevetti da lei detenuti e ha chiesto alla commissione di avviare una indagine. In luglio Broadcom ha intentato una causa antitrust contro Qualcomm, la quale ha risposto avviando a sua volta una causa contro l’azienda rivale accusandola di aver infranto sette suoi brevetti. Qualcomm è anche al centro di una battaglia legale avviata nei confronti di Nokia, accusata di aver violato 11 brevetti relativi a diverse tecnologie utilizzate nei cellulari e negli smartphone.

Entrambe le compagnie producono chip per il mercato degli apparecchi mobili. Qualcomm è da tempo conosciuta per la tecnologia utilizzata nei telefoni mobili e per la produzione di chip mentre Broadcom è una società relativamente nuova in tale campo. Broadcom nella fattispecie fornisce chip per una gran varietà di utilizzi, tra i quali apparecchi digitali per l’intrattenimento e cellulari, ed in breve tempo è diventata per Qualcomm una agguerrita rivale.

Ti potrebbe interessare