QR code per la pagina originale

Siamo i ragazzi di oggi

I teenager di oggi dimostrano di essere ancora pesantemente radicati al modello di intrattenimento televisivo, a cui dedicano oltre la metà del tempo libero passato sui media. Internet è usato per 4 sessioni settimanali da poco più di un'ora

,

La Doxa ha presentato una ricerca in occasione del convegno «Teenager 2007» nel quale ha dipinto un quadro sommario della gioventù italiana di oggi. I numeri sono particolarmente interessanti per quanto riguarda il rapporto con i media in quanto, come riassunto da Reuters, «dedicano due ore e mezza al giorno del loro tempo libero ai media, tv e computer soprattutto, hanno in casa diversi apparecchi, oltre al telefonino personale, e ne sognano degli altri. Ma quasi la metà di loro nell’ultimo anno non ha letto nemmeno un libro al di fuori di quelli di scuola».

L’evento è stato organizzato da Somedia e si prolungherà con ingresso libero fino al 13 giugno presso il Palazzo delle Stelline a Milano (in collaborazione con All Music, M2O, XL e con la sponsorizzazione ufficiale di nomi quali TIM, eBay, Coca Cola e Windows Live Messenger). Questi gli spunti di maggior risalto dalla conferenza inaugurale dell’evento, ove la Doxa ha delineato le rilevanze statistiche della ricerca condotta da Cristina Liverani su un panel di 1400 ragazzi tra i 14 ed i 18 anni:

  • i teenager dedicano ogni giorno 2 ore e mezza ai media principali con la seguente distribuzione proporzionale: tv (65%), videogame (10%), Internet (10%), computer (8%), libri (4%), periodici per ragazzi (3%);
  • per quanto concernente i libri, «il 45% dei ragazzi interpellati non ne ha letto nemmeno uno in un anno, il 15% uno, il 14% due, il 26% più di tre (31% tra le ragazze)»;
  • per quanto concernente la tv, «il 59% ha il televisore in camera, due terzi dei ragazzi fanno altro con la tv accesa». Inoltre la tv avrebbe come complementi comuni il lettore DVD (83%), il videoregistratore (70%) e l’antenna parabolica (24%, con un 17% del totale abbonato all’offerta Sky);
  • per quanto concernente l’imponente ambito del mobile, «il 91% ha un cellulare personale, con fotocamera (75%), la possibilità di inviare mms (67%), bluetooth (43%), videochiamate (30%). Tra le principali funzioni desiderate dai ragazzi per il proprio telefonino, quella di fare videochiamate (38%), di scaricare e ascoltare canzoni e video musicali (35%), di scaricare giochi o giocare online (30%)»
  • tra gli altri strumenti a disposizione i teenager annoverano lettori cd (40%), player MP3 (36%) e fotocamere digitali (24%). 8 ragazzi su 100 hanno un iPod.

Di particolare rilevanza i dati relativi al mondo dell’informatica, in cui la società italiana paga pesante dazio tecnologico e culturale rispetto al resto dell’Europa. L’81% dei ragazzi usa il computer a casa, il 41% lo usa solo ed esclusivamente nella propria abitazione, il 48% lo usa sia a casa che a scuola, il 13% lo usa solo a scuola. Internet sarebbe in uso dal 52% dei ragazzi con una media di 4 sessioni settimanali da poco più di un’ora. Le motivazioni per l’uso sono legate principalmente allo studio (88%), mail e chat (84%), per il download di filmati (72%), il download di musica (65%), la fruizione radiofonica e televisiva (63%). Il 21% fa acquisti online ed il 50% del totale ha a disposizione un collegamento ADSL.