QR code per la pagina originale

Un’alternativa concepita per i diversamente abili

,

Spesso siamo portati a valutare le cose seguendo punti di vista dettati magari dall’indole di scegliere il migliore, o piuttosto veicolati da una sorta d’istinto di polemica, mentre sarebbe utile, quantomeno “innovativo”, apprezzare piuttosto gli sforzi fatti, indipendentemente dai fini di mero lucro che necessariamente coesistono in qualunque attività, per offrire a un potenziale mercato strumenti di concreta ed effettiva utilità.

Microsoft, come tante altre aziende, ha cercato, tenendo sempre senz’altro d’occhio il profitto (e dubito sia l’unica), di offrire strumenti che potessero consentire a chi è diversamente abile di affacciarsi sull’enorme mondo dell’informatica.

Mettendo da parte i problemi inerenti la sicurezza, il Centro Accesso Facilitato di Windows Vista offre concreti benefici nell’utilizzo del sistema operativo in generale e nell’utilizzo di qualunque applicazione in particolare.

Le principali funzioni che si possiamo trovare sono:

  • Lente di ingrandimento
  • Tastiera su schermo
  • Contrasto elevato
  • Assistente vocale

La lente di ingrandimento è molto efficace e il suo funzionamento è semplice nei concetti: avendo abilitata la lente e muovendo il mouse sullo schermo, si vedrà nell’apposita finestra ciò che scorre sotto il mouse ma ingrandito da 2 a 16 volte. Ugualmente verrà “seguito” ciò che si scrive sulla tastiera.

La tastiera su schermo fornisce invece una tastiera virtuale in una finestra costantemente in primo piano che è possibile utilizzare con il mouse o con altri tipi di strumenti di puntamento. Esistono due diversi layout predefiniti che consentono un’interpretazione dei caratteri adeguata a standard noti e adottati in passato (e attualmente) su alcuni strumenti di digitazione specifici.

Il Contrasto elevato consente, invece, di impostare le preferenze di visualizzazione delle finestre secondo schemi che forniscono contrasti molto elevati e di conseguenza facilitano l’interpretazione di bordi e di caratteri.

La vera novità, che purtroppo ancora non è supportata in italiano, è l’assistente vocale. Questo consente di leggere ciò che compare sullo schermo e che scorre sotto il puntatore del mouse. Lo strumento è in grado, inoltre, di leggere e quindi notificare i messaggi di sistema e di interpretare i comandi impartiti tramite tastiera. La versione in lingua inglese è disponibile nelle installazioni italiane di Vista ma chiaramente è programmata per pronunciare i fonemi secondo la lingua americana. È quindi possibile provare le sue funzionalità ma
il risultato sarà deludente in quanto è molto difficile capire realmente cosa stia dicendo.

Tutti questi strumenti sono sempre stati presenti nelle varie versioni di Windows e di certo non possono essere apprezzati da chi non ha alcun vincolo di abilità… talvolta però cambiare il proprio punto di vista, offre prospettive che determinano spunti di riflessione incredibilmente emozionanti.

Sarebbe bello, infine, se gli sforzi dei “grandi” fossero tesi a una collaborazione (di profitto e non!) e che quindi i tempi perchè tutto ciò che abbiamo mostrato si perfezioni al massimo in poco tempo. Intanto molti si accontentano e ringraziano per quel poco che c’è che senz’altro è già qualcosa.