SLI e Crossfire pronti per DirectX 10

Con l’uscita di Windows Vista la Microsoft ha subito messo in evidenza l’ottima propensione del sistema al videogioco, soprattutto per l’introduzione delle nuove API DirectX 10, ma, sfortunatamente, i fanatici del settore erano rimasti a bocca asciutta per l’assenza di significanti benefici nell’utilizzo di costosi sistemi SLI e Crossfire.Solo nelle ultime settimane si è giunto

Con l’uscita di Windows Vista la Microsoft ha subito messo in evidenza l’ottima propensione del sistema al videogioco, soprattutto per l’introduzione delle nuove API DirectX 10, ma, sfortunatamente, i fanatici del settore erano rimasti a bocca asciutta per l’assenza di significanti benefici nell’utilizzo di costosi sistemi SLI e Crossfire.

Solo nelle ultime settimane si è giunto a un supporto decente alle due tecnologie, grazie anche a una patch rilasciata da Microsoft nell’ultima settimana di Agosto, che, unitamente ad una seconda patch ed a nuovi driver, ha definitivamente migliorato la situazione.

Solo ora è quindi possibile realmente testare sistemi a più GPU su DirectX 10.

Dall’analisi di numerosi benchmark ho potuto notare che la situazione non è la stessa tra SLI e Crossfire, sicuramente, si spera, solo a causa di driver prematuri (la patch di Microsoft è uscita solo due settimane fa): infatti è la tecnologia di nVidia ad ottenere i maggiori benefici dagli ultimi accorgimenti di casa Microsoft, mentre la rivale di ATI, per il momento, ha deluso con scarsi risultati. nVidia, come detto, al contrario, ha incredibilmente sorpreso, soprattutto nei test di 8800GTS SLI contro 8800GTX, in cui la tecnologia SLI ha surclassato la scheda singola più potente, in giochi quali Lost Planet, Call of Juarez e Bioshock, e se si pensa che la GTS costa poco più della metà della GTX…

Ti potrebbe interessare
Io non andrò allo IAB
Web e Social

Io non andrò allo IAB

Scrivo questo post non per denigrare lo IAB e i suoi organizzatori. Ci mancherebbe. Però ricordo un commento negativo sentito l’anno scorso, che riporto e vorrei fosse discusso a fondo:Lo IAB serve solo alle Web-agency espositrici, che si tirano al lucido e si fanno belle per i big spender

iTunes U : gli atenei USA tutti in podcast
Apple

iTunes U : gli atenei USA tutti in podcast

Frank oggi a lezione non va. E’ stanco e può permettersi di ricaricare le pile leggendo un libro nel parco del campus del Mit, tanto, domani recupererà la lezione scaricandola sul suo iPod.Larry invece è da sempre appassionato di fisica, ma lavora e non ha mai potuto seguire “Physics 345” il miglior corso di Fisica