Multi-monitor e Dual Head

Non vi accontentate di un unico monitor e vorreste più spazio su cui gestire le vostre finestre? La tecnologia Dual Head, da anni sviluppata da Matrox e poi ripresa in molteplici varianti da altre case (es. Hydravision di ATI e nView di nVidia), presente già sulle vecchissime Matrox Mystique PCI, permette di utilizzare due monitor

Non vi accontentate di un unico monitor e vorreste più spazio su cui gestire le vostre finestre? La tecnologia Dual Head, da anni sviluppata da Matrox e poi ripresa in molteplici varianti da altre case (es. Hydravision di ATI e nView di nVidia), presente già sulle vecchissime Matrox Mystique PCI, permette di utilizzare due monitor come se fosse uno, solo che, se montare due monitor CRT poteva all’epoca creare qualche “problemino” di ingombro, con la successiva diffusione e riduzione dei prezzi dei monitor LCD, la situazione è diventata sicuramente più realizzabile.

L’utilizzo di questa tecnologia, però, spesso incontra qualche limitazione: quella del sistema operativo, come ad esempio Windows non riesce a gestire una taskbar occupante entrambi i monitor, o dei giochi, che spesso non supportano il multi-monitor o ancora dell’hardware, come i notebook e le schede video non compatibili.

In questo caso potrebbe tornare utile uno sdoppiatore, realizzato proprio da Matrox e denominato DualHead2Go, che permette la conversione di un’uscita VGA in 2 DVI e la visualizzazione del desktop su due monitor come se fosse un unico, grande monitor.

La risoluzione? corrisponderà all’area complessiva risultante dai singoli monitor: nel caso stiate utilizzando, ad esempio, la risoluzione 1024×768 su ogni monitor, l’area risultante avrà risoluzione 2048 x 768.

Questa soluzione è spesso adottata dai grafici, che possono lavorare ad un progetto mentre ne visualizzano al tempo stesso l’anteprima, o anche per puro intrattenimento multimediale, per esempio se vi piace avere a disposizione l’intera interfaccia del vostro lettore multimediale preferito mentre, al tempo stesso, navigate su Internet.

Infatti, la modalità multi-display, a mio avviso, sarà un must per i sistemi del futuro, perchè come si è visto, negli ultimi periodi il PC sta sostituendosi sempre di più alla TV, allo stereo, alla radio, per cui se ci sarà necessità, nel contempo, di utilizzare il PC per ciò per cui fino a ieri eravamo abituati, la soluzione del secondo monitor è la risposta più adeguata.

Ti potrebbe interessare
Fioccano novità per Bing Maps
Software e App

Fioccano novità per Bing Maps

Microsoft ha da poco aggiornato il proprio servizio Bing Maps introducendo un’ampia serie di novità. Il sistema offre ora un’interfaccia basata su Silverlight, le nuove opzioni Streetside ed Enhanced Bird’s Eye per i panorami in 3D e a 360 gradi

Navigon per iPhone: le novità della prossima versione
Imaging

Navigon per iPhone: le novità della prossima versione

Il video presenta alcune delle novità introdotte nella prossima versione di Navigon, software di navigazione satellitare per iPhone. Tra queste, si segnalano il Text To Speech per far leggere al sintetizzatore vocale i nomi delle vie, l’invio della propria posizione via email e il passaggio automatico tra le modalità diurna e notturna.

Alcatel-Lucent fornirà soluzioni IP a T-Systems e Deutsche Telekom
Prezzi e tariffe

Alcatel-Lucent fornirà soluzioni IP a T-Systems e Deutsche Telekom

Nell’intento di rinnovare e ampliare la propria gamma di servizi destinata ai clienti business, T-Systems e Deutsche Telekom hanno siglato un accordo con Alcatel-Lucent per la fornitura di soluzioni di comunicazione IP per connessioni voce e dati.Essendo le realtà già legate da diverse collaborazioni attive da tempo, si tratta di un contratto che va a

Esegua l’applicazione sig. Finder, questo è un ordine!
Apple

Esegua l’applicazione sig. Finder, questo è un ordine!

Dice: «il mio finder e le applicazioni nel dock ogni tanto fanno le bizze». Prendi un documento, che tu sai per certo di poter aprire con una certa applicazione, e lo trascini sull’icona nel dock.E quello, guardandoti dal basso in alto con aria di sfida, come a dire: «beh? Che vuoi? Non mi fare perdere