Schede PCIe 2.0 dal passato per ATI

Alcune attendibili voci affermano che le schede mid-range di ATI, ovvero le X2400 e le X2600, basate rispettivamente su RV610 ed RV630, supporterebbero già il nuovo standard PCIe 2.0.Chi lo avrebbe mai detto di due schede uscite lo scorso maggio? Ma il supporto al nuovo standard, introdotto con le imminenti RD780 ed RD790 nonché con

Alcune attendibili voci affermano che le schede mid-range di ATI, ovvero le X2400 e le X2600, basate rispettivamente su RV610 ed RV630, supporterebbero già il nuovo standard PCIe 2.0.

Chi lo avrebbe mai detto di due schede uscite lo scorso maggio? Ma il supporto al nuovo standard, introdotto con le imminenti RD780 ed RD790 nonché con le nuove Intel X38, cambierà le carte in gioco per le due schede che hanno riscosso così poco successo rispetto alle rivali nVidia?

I ragazzi di The Inquirer hanno già effettuate delle prove ed è sembrato che l’utilizzo delle schede in questione in modalità PCIe 2.0 avrebbe apportato un considerevole incremento nei test Vertex di 3D Mark’06.

La cosa più interessante è però che, come fa notare The Inquirer stesso, con il passaggio dalla banda PCIe 1.1 a quella 2.0 da 5.0GBps, le memorie della scheda devono raggiungere velocità molto simili a quelle della memoria di sistema.

In tal frangente, se si considera che la X2400 è una scheda di per se molto economica (il costo è di circa 50,00?), si nota che le memorie montate devono avere un costo molto basso per la velocità che riescono, almeno da specifica, a raggiungere.

Ti potrebbe interessare
Cari parlamentari, il software è come un romanzo
Business

Cari parlamentari, il software è come un romanzo

Richard Stallman, massimo esponente della Free Software Foundation, scrive una lettera aperta al parlamento italiano per persuadere i politici nostrani all’idea che i brevetti siano un pericolo per l’Europa al cospetto delle multinazionali USA