Sony: l’eleganza della serie Vaio TZ

Design raffinato ed elegante: con un portatile della serie Vaio TZ di certo non si passa inosservati. Si può scegliere un professionale nero perla o un prezioso sabbia color platino, entrambi in fibra di carbonio per un notebook resistente a colpi e urti.Vaio TZ, con un peso di soli 1,19 kg (compresa batteria) e con

Design raffinato ed elegante: con un portatile della serie Vaio TZ di certo non si passa inosservati. Si può scegliere un professionale nero perla o un prezioso sabbia color platino, entrambi in fibra di carbonio per un notebook resistente a colpi e urti.

Vaio TZ, con un peso di soli 1,19 kg (compresa batteria) e con uno schermo panoramico da 11,1 pollici, è un ultra portatile pensato per viaggiare. A conferma di questo anche l’autonomia della batteria che ha una durata fino a 7. 5 ore.

I notebook della serie sono dotati di processore Intel Core 2 Duo e chipset Mobile Intel 945GMS Express e commercializzati col sistema operativo Windows Vista Business.

La memoria è 1 GB per il modello 21MN mentre è il doppio per il 21XN ed il disco fisso ha una dimensione di 100 GB.

Sia che si vogliano guardare DVD o foto, sia che si giochi o che si lavori, il nitido schermo XWGA 16:9 e la tecnologia LCD X-black offrono colori fino al 72% più accurati, per immagini estremamente naturali.

Inoltre la riproduzione risulta fluida grazie alla scheda grafica Intel Graphics Media Accelerator 950.

L’accesso alle foto, ai download musicali e ai clip video è praticamente immediato usando i comodi tasti AV posti sulla parte frontale e, con la funzione InstantON, si possono riprodurre contenuti multimediali senza aver avviato il sistema operativo.

Alcuni modelli della Serie TZ sono dotati di funzioni di protezione come il riconoscimento delle impronte digitali e tecnologia Trusted Platform Module (TPM), per prevenire l’accesso non autorizzato ai dati.

Presente anche il sistema di protezione del disco rigido in caso di caduta accidentale del notebook.

Vaio TZ è composto da 5 diversi modelli, che differiscono per qualche funzione o caratteristica. Nel complesso questa linea è estremamente affascinante e curata, buone le prestazioni, ma il prezzo è veramente eccessivo: il modello “base” costa intorno 1999 euro, ma si arriva a 2999 per il top della gamma.

Ti potrebbe interessare
Nessun Nokia Windows Phone prima del 2012
Microsoft

Nessun Nokia Windows Phone prima del 2012

Dopo la stretta di mano avvenuta tra Nokia e Microsoft, si vociferava che i primi smartphone dell’azienda finlandese con un cuore Windows Phone 7 sarebbero arrivati a fine 2011, ma non vi era stata alcuna conferma a riguardo. Nokia ha invece confermato che non verrà presentato nessun telefonino prima del 2012.

La polizia spagnola mette i ricercati su YouTube. E noi?
Web e Social

La polizia spagnola mette i ricercati su YouTube. E noi?

Il social network dei video sta diventando sempre più un grande occhio planetario. Già, perché se Google Street View è stato subito considerato un Grande Fratello dal quale talvolta mettersi al riparo, YouTube ha sempre goduto di una valutazione più serena. Forse non ci siamo accorti di quanto, invece, stia cambiando la lotta contro il

Jet, la sfida di Samsung all’iPod di Apple
Imaging

Jet, la sfida di Samsung all’iPod di Apple

Dal design accattivante, il nuovo Samsung Jet è un dispositivo equipaggiato con display AMOLED da 3,1 pollici (risoluzione WVGA) e una rivisitata interfaccia TouchWiz, in grado da renderne la navigazione nei menu simile a quella dell’iPhone di Apple.

I mancati guadagni del falso Steve Jobs
Web e Social

I mancati guadagni del falso Steve Jobs

Se non ce l’ho fatta io, non ce la farà nessuno. E “io” sta per Dan Lyons, giornalista divenuto noto (toh, a volte, il destino…) per la sua attività di blogger. Dan Lyons è conosciuto ai più come il falso Steve Jobs, colui il quale ha ideato e curato un blog di enorme notorietà in

Google, ufficiale il matrimonio con AOL
Business

Google, ufficiale il matrimonio con AOL

Google ha ufficialmente prolungato il contratto con AOL investendo inoltre 1 miliardo di dollari per ottenere la proprietà del 5% del gruppo Time Warner. L’accordo apre a nuove prospettive e rappresenta una grave sconfitta per Microsoft