Duracell PowerSource Mobile 100 allunga la durata del notebook

Sicuramente è capitato a tutti di trovarsi nella spiacevole situazione in cui viene a mancare la batteria del portatile e non si ha la disponibilità di una presa di corrente. Fino ad oggi non si poteva fare nulla, a meno che non si avesse una batteria di riserva. Invece ora la nota casa produttrice di

Sicuramente è capitato a tutti di trovarsi nella spiacevole situazione in cui viene a mancare la batteria del portatile e non si ha la disponibilità di una presa di corrente.

Fino ad oggi non si poteva fare nulla, a meno che non si avesse una batteria di riserva. Invece ora la nota casa produttrice di batterie Duracell ci propone una soluzione alternativa: si chiama Duracell PowerSource Mobile 100 e vuole essere una soluzione per chi si sposta continuamente e necessita di ricaricare la batteria del proprio cellulare, palmare o computer portatile.

Tale batteria, grande 13,7 x 7,9 x 3,8 cm e pesante 500 grammi, è un sistema composto da un inverter, una batteria al Litio, una uscita AC e due USB, capace di fornire alcune ore di autonomia supplementari ai propri dispositivi per lavorare, giocare, conversare, ascoltare musica.

Il produttore assicura che la durata del proprio dispositivo, in una serie di situazioni tipiche, verrà allungata fino a:

  • Portatile: 2 ore di tempo di esecuzione
  • Telefono cellulare: 18 ore di tempo di conversazione BlackBerry 9 giorni di tempo operativo
  • Console di gioco portatile: 8 ore di gioco
  • Lettore MP3: 96 ore di musica

Il dispositivo si ricarica completamente in 4,5 ore e si può comprare al prezzo di 99,99 $, pari a circa 69 ?.

Ti potrebbe interessare
Telecom accende la prima rete LTE a Torino
Prezzi e tariffe

Telecom accende la prima rete LTE a Torino

LTE (“Long Term Evolution”), ovvero la futura quarta generazione della telefonia mobile che dovrebbe garantire un notevole salto avanti in fatto di connettività mobile permettendo collegamenti in download sino a 100Mbit e in upload sino a 50Mbit (teorici ovviamente).Tutto questo in Italia non è più solo teoria, perché Telecom ha avviato la sperimentazione di questa

Cosa rischiamo nel 2008?
Software e App

Cosa rischiamo nel 2008?

Secondo Websense nel 2008 le Olimpiadi cinesi rappresenteranno un momento molto importante in quanto saranno il tranello principale usato per le truffe in rete. McAfee porta l’attenzione inoltre su Windows Vista, fino ad oggi immune da gravi pericoli