Microsoft vuole approdare in One Laptop per Child (OLPC)

Il famoso progetto “One Laptop per Child” di Negroponte ha scosso il mercato globale, tra progetti paralleli e il desiderio dei mercati occidentali di poter comprare quel piccolo e colorato dispositivo.L’ultima novità arriva da Microsoft, che ha candidamente chiesto ai progettisti di questo piccolo laptop di apportare le modifiche necessarie per far girare Windows XP.Questa

Il famoso progetto “One Laptop per Child” di Negroponte ha scosso il mercato globale, tra progetti paralleli e il desiderio dei mercati occidentali di poter comprare quel piccolo e colorato dispositivo.

L’ultima novità arriva da Microsoft, che ha candidamente chiesto ai progettisti di questo piccolo laptop di apportare le modifiche necessarie per far girare Windows XP.

Questa mossa è sicuramente destinata a scatenare una polemica. L’iniziativa OLPC è no-profit, destinata a portare le nuove tecnologie nei paesi in via di sviluppo… e Microsoft chiede di poter usare questo dispositivo per creare un nuovo canale di vendita.

Il sistema operativo attualmente è Red Hat Linux, ma (secondo Redmond) permettere di installare XP darebbe agli studenti dei paesi svantaggiati “l’accesso a migliaia di applicativi educational”.

A quanto pare Microsoft potrebbe progettare una versione ridotta in grado di funzionare con 2 GB di memoria flash. Peccato che il portatile ne abbia uno. Secondo Microsoft (che ha anche annunciato di avere 40 ingegneri che stanno lavorando a tempo pieno al porting del sistema) basterebbe aggiungere uno slot per memorie Secure Digital (SD), per rendere il sistema espandibile. E in grado di accogliere Windows XP, ovviamente.

Sarà interessante vedere le mille declinazioni commerciali di questo progetto nato da un’idea (per quanto discutibile) sicuramente filantropica.

Ti potrebbe interessare