Hitachi Serie X, TV al plasma senza compromessi

Hitachi occupa una posizione di rilievo anche nel mercato dei televisori al plasma grazie alla sua serie X, la più dotata. Ovviamente si tratta di televisori Full HD (1920×1080 pixel) che, pertanto, offrono immagini decisamente più dettagliate (quando la registrazione è stata effettuata a questa risoluzione). Nei due modelli da 50 e 60 pollici è

Hitachi occupa una posizione di rilievo anche nel mercato dei televisori al plasma grazie alla sua serie X, la più dotata.

Ovviamente si tratta di televisori Full HD (1920×1080 pixel) che, pertanto, offrono immagini decisamente più dettagliate (quando la registrazione è stata effettuata a questa risoluzione).

Nei due modelli da 50 e 60 pollici è disponibile anche la tecnologia Movie FRC. Quando un film è stato ripreso a 24 fps, occorre adattarlo ai 60 fps dei TV replicando i frame originali. Nel Movie FRC i frame aggiuntivi sono creati ex-novo, in maniera simile al morphing, a tutto vantaggio della fluidità.

Un’altra importante caratteristica è la presenza di un hard disk da 250 GB grazie al quale possiamo registrare tantissime ore delle nostre trasmissioni preferite premendo semplicemente un tasto del telecomando.

Inoltre troviamo: 3 porte HDMI, di cui una sulla parte frontale del televisore, la tecnologia Picture Master FHD, che enfatizza il contrasto e i colori delle foto visualizzate, ed un comodo slot per memorie SD.

Per il modello da 50 pollici è disponibile anche un innovativo accessorio chiamato Power Swivel, tramite il quale possiamo ruotare il TV con il telecomando per avere sempre una visuale ben allineata a seconda di dove ci sediamo.

Ti potrebbe interessare
Da qualche giorno rilasciata Asterisk 1.6.03.-rc1
Prezzi e tariffe

Da qualche giorno rilasciata Asterisk 1.6.03.-rc1

Qualche giorno fa Digium ha annunciato il rilascio di Asterisk 1.6.03.-rc1 la prima “Release Candidate” dell’ultima versione del PBX open source. Le novità sono tante e molto interessanti. La prima, tanto attesa, è la sperimentazione di nuove funzionalità per la gestione dei flussi video (in ingresso e uscita). Un’altra novità molto attesa, per quello che

Gamma Strike, il pericoloso “tiro al bersaglio”

Gamma Strike, il pericoloso “tiro al bersaglio”

Intorno al 1988 iniziarono ad apparire, fra le pagine di riviste dedicate all’informatica e ai giochi per PC, alcuni annunci pubblicitari riguardanti un nuovo titolo sviluppato dalla quasi sconosciuta casa produttrice Gamesware, con sede a Liverpool. Il gioco in questione, chiamato Gamma Strike, era stato sviluppato per le più famose piattaforme dell’epoca, come Commodore 64,

Contrordine: Windows 7 non prima del 2011
Microsoft

Contrordine: Windows 7 non prima del 2011

Ormai è già un tormentone fatto di voci e di smentite, e penso che sarà così fino all’uscita del nuovo “giocattolo“. L’ultimo intervento in ordine di tempo è di Mary Joe Foley, la quale, questa volta molto più decisa che in precedenza, dopo aver parlato con i suoi riferimenti interni a Microsoft, si sente di