Profitti trimestrali elevati per Texas Instruments

Il valore di mercato delle azioni di Texas Instruments, dopo il crollo registrato in Gennaio, torna a crescere (di poco) sulla scia degli ottimi risultati trimestrali comunicati agli azionisti, e alle previsioni positive degli analisti per il primo trimestre 2008. Secondo i dati trimestrali annunciati dalla compagnia, infatti, i profitti degli ultimi tre mesi del

Il valore di mercato delle azioni di Texas Instruments, dopo il crollo registrato in Gennaio, torna a crescere (di poco) sulla scia degli ottimi risultati trimestrali comunicati agli azionisti, e alle previsioni positive degli analisti per il primo trimestre 2008.

Secondo i dati trimestrali annunciati dalla compagnia, infatti, i profitti degli ultimi tre mesi del 2007 ammontano a 756 milioni di dollari, ovvero a 54 centesimi di dollaro per singola azione; nello stesso periodo del 2006 i profitti erano pari a 668 milioni di dollari, o 45 centesimi di dollaro per azione.

In termini di ricavi di vendita si registra un sostanzioso aumento, una differenza positiva del 3% che porta la società ad avere introitato una cifra pari a oltre 3,5 miliardi di dollari.

Le stime per il primo trimestre del 2008 parlano invece di un utile per azione pari a circa 43-49 centesimi per azione, e ricavi di vendita tra i 3,27 miliardi e i 3,55 miliardi di dollari.

Ti potrebbe interessare
Apple cresce del 95% grazie a iPad e iPhone
Apple

Apple cresce del 95% grazie a iPad e iPhone

Continua l’avanzata trionfale di Apple, foraggiata dai successi dei dispositivi iOS. I dati del periodo fiscale Q2 del 2011 sono molto promettenti e dimostrano come, nel giro di un anno, Apple sia riuscita a crescere del 95%. A trascinare le vendite, i due prodotti di punta della linea di Cupertino: iPad e iPhone.

Tim Wu: “iPad è la vittoria di Steve Jobs su Steve Wozniak”
Apple

Tim Wu: “iPad è la vittoria di Steve Jobs su Steve Wozniak”

Un interessante articolo di Tim Wu, pubblicato dalla testata New America Foundation, parte da iPad per analizzare i rapporti tra Steve Jobs e Steve Wozniak, i due fondatori di Apple. Il tablet di Cupertino si costituisce come la piena realizzazione delle volontà di Jobs e, purtroppo, come una sconfitta delle visioni di Wozniak. Tutto partirebbe