Crescono le vendite di musica digitale

Le vendite di musica digitale, effettuate tramite la rete, continuano a crescere: i ricavi delle compagnie che commerciano file MP3 sono, infatti, aumentati del 40%, fino ad arrivare a un valore assoluto che sfiora i 3 miliardi di dollari. I dati pubblicati dalla Federazione Internazionale dell’Industria Fonografica sono sicuramente soddisfacenti per il recente business digitale,

Le vendite di musica digitale, effettuate tramite la rete, continuano a crescere: i ricavi delle compagnie che commerciano file MP3 sono, infatti, aumentati del 40%, fino ad arrivare a un valore assoluto che sfiora i 3 miliardi di dollari.

I dati pubblicati dalla Federazione Internazionale dell’Industria Fonografica sono sicuramente soddisfacenti per il recente business digitale, anche se occorre osservare che questa crescita non riesce a compensare il forte calo delle vendite dei CD attraverso i canali tradizionali.

Il bilancio dell’industria della musica internazionale è quindi in rosso, e secondo la IFPI (la già citata International Federation of the Phonographic Industry) la pirateria è ancora la causa principale di tale gap negativo.

I pirati ancora padroni della musica? Stando alla IFPI la risposta è affermativa, e non vi è spazio per il dubbio: il rapporto tra download illegali e vendite legali si aggira intorno al 20:1.

Ma se una canzone costasse molto di meno (facciamo 10 cents), secondo voi la situazione potrebbe cambiare? Chi attualmente scarica illegalmente, potrebbe pagare per avere una maggiore qualità?

Ti potrebbe interessare
Posizioni full time a Ravenna
Web e Social

Posizioni full time a Ravenna

Un’azienda di Ravenna, che si occupa di costruzione di macchine e impianti per la lavorazione della frutta, cerca, per il potenziamento della propria struttura tecnica, un Sistemista Informatico LC-SI-BO che dovrà coordinare l’ufficio e gestire una rete di 50 utenti, nonché la configurazione e la definizione gestionale, il contributo per lo sviluppo dei progetti e