Casa sotto controllo? Con Elkron Hi-Connect usi il telefono cellulare

Pochi giorni fa Elkron, una delle aziende italiane leader in Europa per la realizzazione di impianti di sorveglianza e di protezione dalle intrusioni, ha reso noto di aver progettato un sistema di sicurezza utilizzabile tramite cellulare.Il software per la gestione dei dati prende il nome di Hi-Connect ed è in grado di trasformare il nostro

Pochi giorni fa Elkron, una delle aziende italiane leader in Europa per la realizzazione di impianti di sorveglianza e di protezione dalle intrusioni, ha reso noto di aver progettato un sistema di sicurezza utilizzabile tramite cellulare.

Il software per la gestione dei dati prende il nome di Hi-Connect ed è in grado di trasformare il nostro cellulare in una vera e propria centralina che ci permette di seguire e visualizzare qualsiasi ambiente della casa.

La telegestione avviene tramite reti telefoniche tradizionali come PSTN e GSM con l’opportunità di invio di allarmi vocali numerici e SMS, inoltre grazie alla tastiera parla/ascolta, questo nuovo sistema è in grado di abilitare immediatamente l’ascolto di qualsiasi rumore nell’area protetta con la possibilità di instaurare un canale di comunicazione dall’interno all’esterno.

Gli ingressi presenti nel sistema base sono 8, espandibili fino a 64, ed è possibile collegare fino a 4 telecamere incrementando così la protezione dell’ambiente.
Inoltre, si potrà abbinare la funzione antintrusione a quella fondamentale di videosorveglianza, oltre alle funzioni classiche di antincendio, antigas, antiallagamento, funzione soccorso e salva vita.

Il nome di questo sistema di videosorveglianza è MP508 e può essere gestito anche tramite telefono fisso e Internet, inoltre viene data la possibilità all’utente di trasferire il software su qualsiasi PC collegato ad Internet (sarà possibile trasportare l’intera programmazione su chiave USB) permettendone così l’operabilità da remoto.

Ti potrebbe interessare
Adobe precisa: nessuna falla nei PDF
Software e App

Adobe precisa: nessuna falla nei PDF

Una importante precisazione viene pubblicata da Adobe in merito all’ultima vulnerabilità emersa (APSA07-01) nella versione 7.0.8 del noto reader. Adobe, in particolare, sottolinea il fatto che il problema non sarebbe insito propriamente nei PDF, ma il formato sarebbe utilizzato come strumento per colpire una vulnerabilità XSS «server side».Adobe ha distribuito precise indicazioni tramite bollettino APSA07-02