Tre SLI per ASUS P5N-T Deluxe

Asus ha presentato la sua nuova P5N-T Deluxe. Si tratta della prima soluzione 3-Way SLI per una delle maggiori produttrici di motherboard al mondo. La P5N-T Deluxe è basata su chipset NVIDIA nForce 780i, supporta il protocollo ESA (Enthusiast System Architecture), un protocollo di monitoraggio a standard aperto, che permette a diversi componenti di interagire

Asus ha presentato la sua nuova P5N-T Deluxe. Si tratta della prima soluzione 3-Way SLI per una delle maggiori produttrici di motherboard al mondo.

La P5N-T Deluxe è basata su chipset NVIDIA nForce 780i, supporta il protocollo ESA (Enthusiast System Architecture), un protocollo di monitoraggio a standard aperto, che permette a diversi componenti di interagire tra di loro, fornendo informazioni utili a verificando il corretto funzionamento del sistema.

La nuova nata di casa Asus è, inoltre, una delle prime schede madri in grado di supportare la nuova tecnologia di NVIDIA 3-Way SLI (Scalable Link Interface), utilizzando l’architettura di bus PCI Express 2.0, permettendo così l’utilizzo contemporaneo di ben tre schede video, ottenendo così prestazioni grafiche fino ad ora non raggiungibili.

Tra le altre caratteristiche, citiamo un passaggio, dal comunicato stampa ufficiale, dove si parla dell’Asus EPU, un chip dedicato alla gestione dei consumi energetici:

La nuova ASUS P5N-T Deluxe vanta, poi, una speciale tecnologia hardware proprietaria, appositamente sviluppata per ottimizzare il consumo energetico e migliorare in ultima analisi le performance complessive. ASUS EPU (Energy Processing Unit) è un chip proprietario dedicato al controllo e alla gestione del consumo energetico, in grado di garantire risparmi energetici fino al 58.6%, a tutto beneficio di una maggiore stabilità del sistema e ottimizzazione dei consumi.

Per gli amanti dell’overclock, la P5N-T Deluxe utilizza Precision Tweaker 2, uno strumento avanzato di overclocking, che consente di effettuare aggiustamenti su diversi parametri relativi ad esempio al voltaggio di NB, FSB, CPU o DRAM, in modo da individuare la soluzione ottimale sul piano delle performance e della stabilità.

Di seguito le Specifiche tecniche:

  • CPU: Intel LGA775 CPU (Supporto Intel® next generation 45nm Multi-Core CPU)
  • Chipset: NVIDIA nForce® 780i SLI?
  • Multiple VGA: 3-Way SLI
  • FSB: 1333/1066/800 MHz
  • Memoria: Dual Ch. max. 8GB, DDR2-1066/800/667, non-ECC e un-buffered memory
  • Storage: 6 x SATA, 1 x PATA
  • LAN: Gb LAN
  • Audio: 8ch HD
  • Speciali funzionalità ASUS: ASUS EPU, ASUS 3rd Generation 8-Phase Power Design, Precision Tweaker 2, ASUS Q-Shield.

Il prezzo di vendita al pubblico sarà di 249? Iva Inclusa

I Video di Webnews

Google: in viaggio con Destinazioni

Ti potrebbe interessare
webOS: le immagini di Skype su Pre 3
skype

webOS: le immagini di Skype su Pre 3

Non è la prima volta che si parla dell’integrazione di Skype nel sistema operativo mobile webOS, ma fino ad oggi non si era vista alcuna immagine relativa all’interfaccia e ai menu per la gestione del servizio VoIP sulla piattaforma targata HP. Grazie alle pagine di webOS Blog è invece ora possibile dare un’occhiata in anteprima

Mondiali di calcio Sud Africa 2010: ecco i match in 3D
3d sony

Mondiali di calcio Sud Africa 2010: ecco i match in 3D

Sarà un’estate calda, caldissima per tutti i calciofili. A giugno andranno in scena i mondiali in Sud Africa che, oltre ad essere i primi ospitati dal continente africano, segneranno anche il debutto della tecnologia 3D sui terreni di gioco. Sony e FIFA hanno infatti annunciato quali saranno gli incontri filmati e trasmessi in diretta in

Nokia porta le librerie Qt su Symbian
Software e App

Nokia porta le librerie Qt su Symbian

Nokia completa la virata open source sui suoi smartphone con il porting su Symbian S60 delle famose librerie Qt sviluppate dalla ex-Trolltech. Il mito della portabilità totale diventa realtà imponendo una ulteriore forte virata open source al mondo mobile

Voleva rovinare una coppia a colpi di email
Web e Social

Voleva rovinare una coppia a colpi di email

Voleva rovinare una coppia a colpi di email e quasi ce l’aveva fatta: una donna stava per lasciare il marito in seguito ad una serie di mail che denunciavano i tradimenti del marito. Le indagini hanno però certificato le cattive intenzioni di un amico