CPU a 6 core: indiscrezioni su Intel Dunnington

Secondo alcune indiscrezioni che circolano in Rete, pare che Intel stia lavorando alla realizzazione di una nuova famiglia di processori, destinati al mercato server, caratterizzati dalla presenza di 6 core di elaborazione.Indicate con il nome in codice Dunnington, le CPU a 6 core di casa Intel verranno costruite con un processo produttivo a 45 nanometri

Secondo alcune indiscrezioni che circolano in Rete, pare che Intel stia lavorando alla realizzazione di una nuova famiglia di processori, destinati al mercato server, caratterizzati dalla presenza di 6 core di elaborazione.

Indicate con il nome in codice Dunnington, le CPU a 6 core di casa Intel verranno costruite con un processo produttivo a 45 nanometri e saranno basate ancora sull’architettura Core 2, mediante l’integrazione di ben tre chip dual-core all’interno dello stesso package, soluzione sostanzialmente identica a quella utilizzata nella realizzazione dei recenti processori Intel quad-core.

Sembra inoltre che la quantità di memoria cache L2 disponibile per ogni coppia di core ammonterà a 3 Megabyte, per un totale di 9MB, mentre la dimensione della cache L3 condivisa dovrebbe raggiungere almeno i 16MB. Il consumo di ogni unità è stimato intorno ai 130W.

Questa nuova generazione di processori Xeon, che dovrebbe andare a sostituire le soluzioni Tigerton, sarà compatibile con il chipset Clarksboro, in grado di gestire piattaforme aventi 4 socket, permettendo di fatto la realizzazione di sistemi server con 4 processori, per un totale di 24 core di elaborazione.

Ricordo che attualmente i processori Xeon “Tigerton” disponibili in commercio sono basati su un’architettura quad-core non nativa e integrano un quantitativo di cache L2 pari a 8MB, 4MB per ciascuna coppia di core.

Dunque, Intel potrebbe essere intenzionata ad incrementare il gap prestazionale nei confronti delle soluzioni server quad-core proposte da AMD, in attesa del lancio della piattaforma Xeon/Itanium previsto per l’inizio del 2009.

Ti potrebbe interessare
YouTube compie sei anni, con numeri da record
Google

YouTube compie sei anni, con numeri da record

Nel maggio 2005 nasceva ufficialmente YouTube, progetto dedicato alla condivisione di contenuti video tra gli utenti. Sono passati sei anni da allora e il portale, ad oggi uno dei più cliccati dell’intera grande Rete, ha subito nel tempo una lunga serie di significative evoluzioni, tanto da arrivare a rappresentare nell’immaginario collettivo un irrinunciabile punto di

LG LH2300 Touch Web, il cellulare per navigare
Google

LG LH2300 Touch Web, il cellulare per navigare

LG ha pensato bene di inserire nel mercato dei webphone un nuovo modello di cellulare, denominato LH2300 Touch Web, ottimizzato al meglio per la navigazione internet.Passiamo in rassegna le caratteristiche primarie, che già conosciamo, di questo telefonino: il display rigorosamente touchscreen da 3″ e la risoluzione di 800 x 480 pixel garantiscono fortemente una comodità

I 4 miti della mobilità
Google

I 4 miti della mobilità

Negli ultimi anni, la richiesta di dispositivi mobili sta crescendo esponenzialmente, soprattutto in ambito aziendale, in coincidenza con l’espansione degli accessi Internet e remoti.Numerose compagnie, soprattutto se con sedi dislocate in diverse aree geografiche, hanno quindi implementato soluzioni mobili per fornire risposte adeguate alle loro esigenze commerciali, tecniche e di servizi. Per progettare, sviluppare e