QR code per la pagina originale

Aste WiMAX da 130 milioni di euro

,

L’ottava giornata delle aste per l’assegnazione delle licenze d’uso delle frequenze WiMAX, si è conclusa con un totale di offerte pari a 130 milioni di euro con un incremento del 163% rispetto ai valori iniziali della base d’asta. Cifra record per questa tecnologia, dimostra infatti il notevole interesse da parte delle società italiane.

Nella stessa giornata si sono chiuse le offerte per due zone o aree, quella UNO (Lombardia, Bolzano, Trento) e quella CINQUE (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria).
Nella zona UNO per le licenze macro regionali, a vincere sono state le società AriADSL, con offerta di 11 milioni di euro (la più alta in assoluto) ed E-Via, controllata Retelit.
AriADSL, con l’appoggio di grossi partner, vince anche in zona CINQUE con Telecom e si dimostra la sorpresa di queste aste per il WiMAX.
Le licenze ancora da assegnare quest’oggi rimangono quelle della zona DUE (Valle d’Aosta-Piemonte-Liguria-Toscana), QUATTRO (Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise) e Sicilia.
La giornata ha visto inoltre altri due ritiri dall’asta Teleinform e Abruzzo Engineering, quindi il totale di società ancora in gara sono dieci.