QR code per la pagina originale

Finita l’asta per il WiMax, ecco i vincitori

,

135 milioni di euro, è questa la cifra finale dell’asta per l’assegnazione delle frequenze per il WiMax. Un’asta da record con moltissime sorprese e con un provider nuovo e finora sconosciuto che ha messo in riga giganti del broadband italiano: Ariadsl.

Vediamo dunque di riassumere l’asta e di capire com’è finita e quale futuro ci si potrà aspettare a partire da domani.

Ariadsl è sicuramente la sorpresa e di lei ne abbiamo parlato ampiamente, soprattutto del suo asset societario con un importante finanziere straniero.
Questo provider è riuscito a suon di offerte ad aggiudicarsi buona parte delle licenze macroregionali mettendo in crisi addirittura Telecom Italia.

Ottimo risultato per A.F.T. che si è aggiudicata buona parte delle licenze regionali. Anche questo sarà un provider da tenere sotto controllo, scommetto che ne sentiremo presto parlare ancora.
Buoni risultati anche per MGM Production che conoscevamo per aver messo in discussione in passato il regolamento dell’asta.

Ottiene molto meno di quanto ci si attendesse (e questo forse è un bene) Telecom Italia che si deve accontentare solo di una parte delle licenze macroregionali.
Concesse le licenze dunque, scatta il cronometro per la realizzazione delle reti. Il bando stabilisce un limite di tempo in cui le aziende dovranno aprire al pubblico le prime reti WiMax.

Siamo dunque ad una svolta, e i prossimi mesi sono sicuro saranno scoppiettanti.
Per i più curiosi un piccolo schema delle licenze assegnate.

Aggiudicatari dei 7 diritti d’uso nazionali – Blocco A

1 Lombardia-Bolzano-Trento => ARIADSL
2 Valle d’Aosta-Piemonte-Liguria-Toscana => ARIADSL
3 Friuli Venezia Giulia-Veneto-Emilia Romagna-Marche => ARIADSL
4 Umbria-Lazio-Abruzzo-Molise => ARIADSL
5 Campania-Puglia-Basilicata-Calabria => ARIADSL
6 Sicilia => A.F.T.
7 Sardegna => ARIADSL

Aggiudicatari dei 7 diritti d’uso nazionali – Blocco B

1 Lombardia-Bolzano-Trento => E-VIA GRUPPO RETELIT
2 Valle d’Aosta-Piemonte-Liguria-Toscana => E-VIA GRUPPO RETELIT
3 Friuli Venezia Giulia-Veneto-Emilia Romagna-Marche => E-VIA GRUPPO RETELIT
4 Umbria-Lazio-Abruzzo-Molise => Telecom Italia
5 Campania-Puglia-Basilicata-Calabria => Telecom Italia
6 Sicilia => Tourist Ferry Boat-Temix-Medianet Comunicazioni
7 Sardegna => Telecom Italia

Aggiudicatari dei 21 diritti d’uso regionali – Blocco C

1 Lombardia => A.F.T.
1 Prov. Aut. Bolzano => Brennercom
1 Prov. Aut. Trento => MGM Productions Profit Group
2 Valle d’Aosta => Ribes Informatica-Hal Service-Lan Service-Informatica System-Tex97-B.B.Bell
2 Piemonte => A.F.T.
2 Liguria => MGM Productions Profit Group
2 Toscana => MGM Productions Profit Group
3 Friuli Venezia Giulia => Assomax
3 Veneto => A.F.T.
3 Emilia Romagna => Infracom
3 Marche => City Carrier
4 Umbria => A.F.T.
4 Lazio => A.F.T.
4 Abruzzo => A.F.T.
4 Molise => A.F.T.
5 Campania => A.F.T.
5 Puglia => A.F.T.
5 Basilicata => A.F.T.
5 Calabria => A.F.T.
6 Sicilia => ARIADSL
7 Sardegna => A.F.T.

Investimenti complessivi per ogni aggiudicatario

A.F.T. => 34.422.000
ARIADSL => 47.570.000
Assomax => 680.000
Brennercom => 760.000
City Carrier => 1.120.000
E-VIA GRUPPO RETELIT => 23.320.000
Infracom => 2.115.000
MGM Productions Profit Group => 7.250.000
Ribes Informatica-Hal Service-Lan Service-Informatica System-Tex97-B.B.Bell => 280.000
Telecom Italia => 13.810.000
Tourist Ferry Boat-Temix-Medianet Comunicazioni => 5.010.000

TOTALE => 136.337.000

[Fonte: Ministero delle Comunicazioni]