QR code per la pagina originale

Cosa fa sentire parte di una community?

,

Social networking, interazione, user generated content. Alzi la mano chi vuole aggiungere una voce alla lista. Intorno, milioni di euro che migrano da inserzionisti ad editori, attraverso i più disparati formati e modelli pubblicitari. Le community fanno girare l’economia del web 2.0.

Vi siete mai chiesti, seriamente, il perchè? Perchè l’utente medio, dal consumatore al libero professionista fino al titolare di un’impresa, sente il bisogno di appartenere ad una web community? Quali sono i vantaggi di questa appartenenza? Proviamo a individuarne alcuni:

  • sviluppare una rete di relazioni: per ampliare le opportunità di business e ritrovare amici e colleghi con cui riprendere progetti accantonati;
  • Partecipare a concorsi a premi: spesso gli appartenenti a web community vengono coinvolti in contest di varia natura, che hanno lo scopo di consolidare il rapporto tra marchio e affiliati, stimolando la competizione;
  • ottenere sconti e trattamenti personalizzati: ricevere newsletter a tema, buoni sconto online, segnalazioni di eventi, fiere e sagre di nostro interesse.

Il ruolo del marketing è quello di individuare le strategie con le quali coinvolgere gli appartenenti ad una community, per non farli migrare tenendoli avvinghiati al brand.

Un brand che deve essere un driver, una guida, qualcosa per cui si combatte.

Voi avete mai “difeso” un brand a cui vi sentite legati? Se lo avete fatto è perchè, in un certo senso, vi sentite parte della community di fedelissimi di quel marchio. E cosa può far sentire realmente parte di una community, oltre ai punti elencati in precedenza?