QR code per la pagina originale

Current TV in Italia con Tessarolo

Arriverà presto in Italia Current TV, la televisione fondata da Al Gore e basata sui filmati prodotti dai suoi stessi spettatori. Del progetto italiano farà parte anche Tommaso Tessarolo, ideatore di NetTV. Intanto, anche YouTube pensa al live streaming

,

Arriverà presto in Italia Current TV, la televisione “partecipativa” fondata dal premio Nobel Al Gore e dall’amico Joel Hyatt. Il nuovo canale sarà ospitato nel bouquet di Sky, rendendo l’Italia il primo paese non anglofono in cui debutterà Current TV. Del progetto farà anche parte Tommaso Tessarolo, ideatore dell’ormai affermata NetTV, che ha da poco pubblicato le prime posizioni professionali disponibili per la nuova avventura della televisione di Al Gore in Italia.

Nella versione americana, che dovrebbe essere ripresa fedelmente anche in Italia, Current TV funziona come un vero e proprio aggregatore di filmati e contenuti multimediali, riprodotti poi online o attraverso i canali satellitari e via cavo. I contenuti delle trasmissioni sono forniti direttamente dagli utenti, che possono proporre le loro produzioni e ricevere compensi e visibilità nel caso in cui vengano pubblicati. Il team di Current TV si occupa dello smistamento del materiale e, ove necessario, del suo miglioramento per offrire un prodotto amatoriale che non abbia nulla da invidiare alle realizzazioni professionali. A breve, inizieranno anche i primi provini per la selezione dei presentatori che dovranno lavorare negli studi della emittente.

Sempre sul fronte della televisione online, continuano a rincorrersi le voci su un possibile debutto di YouTube nel settore live entro la fine del 2008. Ad accennare a questa possibilità è stato lo stesso cofondatore del portale Steve Chen. Intervistato dal videoblog Pop17, l’ideatore del più grande sito per la condivisione di video online ha affrontato con schiettezza la questione. YouTube dovrebbe iniziare le prime sperimentazioni per i video live nel 2008: «Lo faremo entro quest’anno. La trasmissione dal vivo in video è ciò che abbiamo sempre desiderato fare, ma non avevamo le giuste risorse per farlo correttamente. Ora però, con Google, speriamo di poterlo fare nel corso di quest’anno» ha dichiarato Steve Chen. Stando alle dichiarazioni del suo cofondatore, YouTube potrebbe entrare presto nel settore molto dinamico delle televisioni online, al fianco dei già noti YahooLive, Mogulus e Ustream.