QR code per la pagina originale

Google/DoubleClick: si va verso l’OK della UE

Secondo alcune fonti molto vicine alla vicenda, quella della Commissione Europea nei confronti dell'accordo Google/DoubleClick dovrebbe essere una fumata bianca. Dopo mesi di attesa, Mountain View potrebbe dunque terminare l'acquisizione

,

Salvo improbabili colpi di scena, martedì prossimo Google dovrebbe ottenere il via libera dall’Unione Europea per l’acquisizione del servizio di advertising online DoubleClick. A rivelare la notizia è l’agenzia di stampa Reuters, che avrebbe ottenuto alcune indiscrezioni da ambienti implicati nella ormai annosa questione. La decisione farebbe seguito al verdetto emesso nel dicembre del 2007 dalla Federal Trade Commission degli Stati Uniti, che aveva dato il proprio via libera all’acquisizione di DoubleClick.

Da allora, Google attende con particolare interesse il pronunciamento della Commissione Europea, un verdetto che potrebbe valere alcuni miliardi di dollari. Stando alle indiscrezioni raccolte da Reuters, il massimo organismo governativo europeo dovrebbe avallare l’accordo tra Google e DoubleClick senza sollevare particolari eccezioni. Gli esperti dell’antitrust, nominati dalla Commissione, lavorano dallo scorso settembre sul caso, alla ricerca di possibili irregolarità in una delle più importanti acquisizioni realizzate negli ultimi tempi da Google.

In circa sei mesi di ricerche e analisi, i tecnici della Commissione Europea non avrebbero ravvisato alcun consistente pericolo in materia di antitrust. Ciò dovrebbe consentire a Mountain View di portare finalmente in porto l’acquisizione stimata in 3,1 miliardi di dollari. L’accordo dovrebbe permettere a Google di consolidare ulteriormente la propria posizione nel florido mercato dell’advertising online, con non poche ripercussioni sul suo diretto competitor Microsoft.

Il pronunciamento ufficiale della Commissione Europea dovrebbe giungere nel corso della prossima settimana. Ancora qualche giorno, dunque, per verificare l’attendibilità delle prime indiscrezioni sull’argomento.