Athlon 64 X2 5800+ sfonda la soglia dei 3GHz

AMD non abbandona il vecchio Socket AM2 e si appresta a lanciare sul mercato una nuova versione di Athlon 64 X2 dedicata a tutti coloro che vogliono aggiornare il proprio sistema, senza dover passare a piattaforme con supporto ai quad-core ed ai triple-core. Il nuovo processore, denominato Athlon 64 X2 5800+, è realizzato con processo

AMD non abbandona il vecchio Socket AM2 e si appresta a lanciare sul mercato una nuova versione di Athlon 64 X2 dedicata a tutti coloro che vogliono aggiornare il proprio sistema, senza dover passare a piattaforme con supporto ai quad-core ed ai triple-core.

Il nuovo processore, denominato Athlon 64 X2 5800+, è realizzato con processo produttivo a 65 nanometri e raggiungerà, per la prima volta per AMD, la frequenza di default di ben 3GHz. Per quanto riguarda la dotazione di cache, disporrà di 512KB di cache L2 per ciascun core, mentre il TDP sarà di 65 watt, praticamente identico a quello dei processori Core 2 Duo di Intel.

In attesa del preannunciato taglio di prezzi per quanto riguarda i processori AMD di tipo Athlon 64 X2 e Phenom, voci parlano di una probabile commercializzazione del nuovo modello X2 ad un prezzo indicativamente simile a quello dell’Intel Core 2 Duo E4700.

AMD punta molto sulle sue nuove serie di prodotti, con la speranza di colmare un gap formatosi a favore della concorrenza, che l’ha vista negli ultimi tempi faticare a tenere il passo. Un buon gioco sui prezzi ed una buona evoluzione dei suoi processori con il prossimo stepping B3 di Phenom, potrebbe riportare in equilibrio la battaglia.

I Video di Webnews

Paolo Liguori

Ti potrebbe interessare
La Santa Sede apre un canale su YouTube
Prezzi e tariffe

La Santa Sede apre un canale su YouTube

Anche papa Benedetto XVI avrà un suo canale su YouTube. Il Vaticano ha infatti stretto un accordo con Google per la pubblicazione di video e immagini a cura del Centro Televisivo Vaticano (CTV). I dettagli dell’accordo saranno resi noti durante una conferenza stampa convocata per venerdì prossimo. Per ora si sa che l’accordo va oltre