Electronic Arts, tanto rumore per un gioco solo?

Nella vicenda che vede Electronic Arts in lotta per comprare la rivale Take Two (l’offerta “in via bonaria” di 1,9 miliardi di dollari è stata respinta dal management, quindi EA si appresta ora a rivolgersi direttamente all’assemblea dei soci), c’è qualcosa di nuovo. Perchè raramente si è potuto assistere a tanto clamore per ottenere i

Nella vicenda che vede Electronic Arts in lotta per comprare la rivale Take Two (l’offerta “in via bonaria” di 1,9 miliardi di dollari è stata respinta dal management, quindi EA si appresta ora a rivolgersi direttamente all’assemblea dei soci), c’è qualcosa di nuovo.

Perchè raramente si è potuto assistere a tanto clamore per ottenere i diritti di un solo gioco, Grand Theft Auto.

Secondo la stampa americana, infatti, il motivo principale per cui Electronic Arts starebbe dando la caccia a Take Two (e lo starebbe facendo accelerando a dismisura i tempi) è esclusivamente quello di mettere le mani sulla serie GTA, una delle serie più prolifiche nel mondo videoludico.

Take Two, dal canto suo, non fa niente per distogliere l’attenzione sulla sua punta di diamante, dichiarando, pochi giorni fa, che in virtù dell’elevato numero di prenotazioni avute su GTA IV, in uscita il 29 Aprile, si aspetta delle vendite trimestrali tra i 400 e i 500 milioni di dollari.

Se queste cifre corrispondono al vero, è chiaro che l’offerta di EA per aggiudicarsi la compagine societaria concorrente non potrà che essere rivista al rialzo, e senza grandi indugi: l’uscita di GTA IV è prevista tra poche settimane, giusto il tempo di concludere (in fretta) un accordo tra le parti.

Se, inoltre, EA metterà le mani su GTA, è facile prevedere un rinnovo dei principali videogiochi della società, le cui vendite alternano grandi successi a delusioni memorabili. Seguiremo pertanto con attenzione l’assemblea degli azionisti del 10 Aprile, che dovrà decidere definitivamente se accettare la corte di EA o rifiutarla. L’ultimatum è infatti fissato per l’11 dello stesso mese…

Ti potrebbe interessare
Tim presenta HD voice
Google

Tim presenta HD voice

Dopo le immagini, i video e le tracce audio, l’alta definizione sbarca anche nelle chiamate grazie al sistema HD voice sviluppato da TIM. Utilizzando due cellulari compatibili con questo nuovo servizio, la qualità delle telefonate effettuate in mobilità, sotto copertura 3G, migliorerà sensibilmente, senza alcun costo aggiuntivo e mantenendo il piano tariffario in uso. Al

Vodafone, trimestrale in chiaroscuro
Business

Vodafone, trimestrale in chiaroscuro

Vodafone registra oltre 12 miliardi di Euro di ricavi nel trimestre di riferimento, dimostrandosi in grado di arginare gli effetti negativi della crisi, che porta comunque i ricavi dai servizi a quota -2,1%. Buona la prestazione in Italia con un +3,1%

OCZ annuncia il nuovo PSU top di gamma Silencer 910

OCZ annuncia il nuovo PSU top di gamma Silencer 910

OCZ annuncia il nuovo arrivato nella sua linea di alimentatori Silencer, prodotti caratterizzati da elevata stabilità operativa e rumorosità controllata. Il Silencer 910 porta in dote una potenza nominale di 910W (1KW di picco), ideale per sistemi high-end destinati all’ambiente gaming e workstation professionali, tipicamente equipaggiati con componenti non solo avidi di energia elettrica ma

Google, a tre ore dalla denuncia antitrust
Business

Google, a tre ore dalla denuncia antitrust

A distanza di settimane dal fallimento del progetto Googlehoo, emergono interessanti retroscena sul caso. Sandy Litvack, legale coinvolto dalla DOJ nel procedimento, fa sapere che Google ha ritirato l’offerta a tre ore appena dalla denuncia dell’antitrust