QR code per la pagina originale

Alleanza tra Microsoft ed Intel per le CPU multicore

,

Il futuro dei processori è ormai palesemente quello dei multicore. Secondo alcuni studi il numero andrebbe infatti raddoppiando ogni due anni, permettendo riduzione dei consumi ed al contempo miglioramento delle prestazioni. La realtà è però che pochissimo software è ad oggi in grado di sfruttare appieno l’architettura multi-core. Per ovviare a questo, Intel in collaborazione con Microsoft ha stipulato un accordo di ricerca per realizzare strumenti di sviluppo dedicati a questa nuova tecnologia.

Sebbene entrambe le compagnie abbiano già rilasciato dei propri compilatori per l’ottimizzazione del codice per sistemi multicore, l’attenzione per il futuro è per le CPU con core eterogenei composte da CPU+GPU che secondo i progetti di Intel ed AMD sembrano essere il futuro.

A collaborare con il progetto, anche l’Università di Berkeley e diversi esperti statunitensi. Da sempre per Intel la ricerca è una delle priorità ed in passato aveva presentato un processore con ben 80 core dalla potenza operativa paragonabile a quella di un supercomputer.

Secondo Elliot Garbus, general manager Developer Relations Division di Intel, i processori multicore mettono a disposizione potenza per incrementare le prestazioni del software, ma fino ad oggi non in modo automatico o sufficientemente rapido. Il progetto di collaborazione con Microsoft permetterà ai progettisti software di “spremere ogni goccia della potenza dei processori”.