SP1 arriva zoppicando, e Microsoft offre supporto gratuito

Accade spesso che al rilascio di un Service Pack ci siano molti utenti che hanno più problemi di quanti il Service Pack non risolva. Il motivo è generalmente dovuto al fatto che si installa un aggiornamento di sistema in un sistema che ormai è stato modificato dai vari programmi installati nel corso del tempo.Spesso driver

Accade spesso che al rilascio di un Service Pack ci siano molti utenti che hanno più problemi di quanti il Service Pack non risolva. Il motivo è generalmente dovuto al fatto che si installa un aggiornamento di sistema in un sistema che ormai è stato modificato dai vari programmi installati nel corso del tempo.

Spesso driver di terze parti o software che si vanno ad annidare nel “cuore del sistema” possono non gradire la modifica di parti essenziali del sistema, anche se questa serve a renderlo più sicuro.

Per evitare che anche l’atteso SP1 diventi un motivo per lamentarsi di Vista, Microsoft offre supporto gratuito a chiunque abbia problemi con l’installazione dello stesso. Un’iniziativa che, finalmente, riporta Microsoft vicina all’utente.

Come affermato da Brandon Le Blanc, dipendente Microsoft:

Chiunque abbia bisogno di supporto installando Windows Vista SP1, può aprire questo sito e cliccare il pulsante “Windows Vista Service Pack 1 (All Languages)”.

La novità sta proprio nell’offrire il supporto a chiunque. Generalmente, infatti, il supporto è per gli utenti che acquistano il sistema operativo in versione “retail”, in scatola, e non per chi lo trova precaricato nel proprio PC (con licenza OEM). Questi ultimi avrebbero dovuto infatti rivolgersi al venditore del PC, ma non in questo caso: anche per le licenze OEM il supporto è gratuito.

Secondo Microsoft questa politica di “supporto gratuito” è tipica di tutti i Service Pack, non solo di quest’ultimo SP1 per Vista. Resta il fatto che non è mai stata pubblicizzata, e anche oggi non ci sono link al supporto né nel sito principale di Microsoft, né in quello dedicato a Windows Vista. La differenza, rispetto ai tempi di SP2 per XP, è una vivace blogosfera che amplifica questa possibilità.

Ti potrebbe interessare