QR code per la pagina originale

Crescono gli investimenti pubblicitari in Italia

I dati relativi al mese di gennaio 2008 mostrano un incremento generale degli investimenti nel settore pubblicitario per quanto riguarda il nostro paese nonostante la bassa stagionalità. La variazione della spesa si attesta sul +5,2%

,

Buone notizie sul fronte degli investimenti nel settore pubblicitario all’interno del nostro paese. Una nuova ricerca condotta da Nielsen Media Research e relativa al mese di gennaio 2008 riporta una variazione della spesa in positivo rispetto al gennaio del 2007, evidenziando una crescita generale pari al 5,2%. L’unica eccezione è rappresentata dai quotidiani a pagamento, quali Commerciale Nazionale e Commerciale Locale, e dal cinema, il quale rallenta però il trend negativo registrato nel 2007.

Entrando più nel dettaglio, l’analisi evidenzia un aumento del 5,2% per quanto riguarda il settore televisivo con una spesa pari a 360,4 milioni di euro mentre il settore automobilistico mostra un incremento pari a 8,2 punti percentuali. Le telecomunicazioni compiono un balzo in avanti del 75,9% assieme al settore farmaceutico con un +12,7%. La stampa mostra una crescita complessiva dello 0,7% e pari a 178 milioni di euro, trascinata in maniera particolare dai periodici, i quali hanno totalizzato un +8,9%.

L’inflessione maggiore è stata registrata nel settore relativo ai quotidiani a pagamento (-2,9%) per effetto della riduzione degli investimenti nel settore automobilistico che hanno subito una flessione del 21,8%. A risentire maggiormente del trend negativo è la divisione “Commerciale Nazionale” con una diminuzione degli investimenti pari al 10,5% mentre l’ambito “Commerciale Locale” cresce del 9,7%.

Gennaio si rivela un mese alquanto favorevole anche per quanto riguarda le radio con una crescita degli investimenti nel settore pubblicitario pari al 24,5%. In vetta a tutti i numeri, però, ancora una volta svetta la prepotente crescita di Internet che, a fronte di un +42,7% sull’anno, fa registrare sul mensile il +37,3%.