Q-AV System, il nuovo volto dell’acustica per l’home entertainment

Nell’organizzare un sistema di home entertainment è necessario valutare con attenzione la disposizione degli elementi, in modo particolare delle casse, per garantire il massimo delle prestazioni. Dal 2005 QAcoustic è impegnata nella ricerca di un sistema audio che garantisca non solo alti livelli tecnologici, ma che proponga una linea elegante e definita, adatta ad ogni

Nell’organizzare un sistema di home entertainment è necessario valutare con attenzione la disposizione degli elementi, in modo particolare delle casse, per garantire il massimo delle prestazioni.

Dal 2005 QAcoustic è impegnata nella ricerca di un sistema audio che garantisca non solo alti livelli tecnologici, ma che proponga una linea elegante e definita, adatta ad ogni tipo di ambiente: per questo nasce Q-AV System, una soluzione dal design discreto ed accattivante, facilmente inseribile ed integrabile.

I dispositivi del Q-AV 5.1 Home Cinema System sfruttano l’innovativa tecnologia NXT, funzionante tramite unità Balanced Mode Radiator (BMR), che permettono di ottenere elevate qualità audio, con una precisa correzione del suono, e funzioni di Ultra-Wide. Il tutto in dimensioni ridotte, con la possibilità di gestire l’installazione dei dispositivi ed ottenere un suono pieno e chiaro in ogni punto della stanza.

Gli altoparlanti laterali e centrali (LCR) possono essere adattati ad uno schermo, anche ultra piatto, da 37 a 50 pollici; in alternativa sono collocabili su supporti universali o a muro. Sono dotati di funzione telescopica che permette di gestire il suono e modularlo secondo le esigenze del sistema. Da sottolineare il design caratteristico che garantisce la massima discrezione: le casse sembrano perfetta parte integrante del TV e possono essere montate e rimosse quando necessarie.

La caratteristica di “Ultra-Wide” permette di inserire altre 2 casse a terra o a soffitto, garantendone la quasi invisibilità ed il minimo ingombro; è possibile peraltro posizionarle su appositi supporti, anch’essi studiati per “scomparire” nell’arredamento della stanza. I cavi di collegamento possono correre lungo i muri e seguire gli angoli, senza la necessità di intervenire sulle murature.

Non può mancare il subwoofer, da 120 watt, integrato al sistema sorround BMR. Disponibile in bianco o in nero, è studiato per essere installato a muro, ma può trovare spazio anche a terra, e si presenta con una linea innovativa, rivoluzionaria, che lo rende più simile ad un dispositivo per il raffreddamento/riscaldamento della stanza che non ad un subwoofer vero e proprio.

Tra gli optional sono da segnalare una cabina per nascondere i cavi sia del televisore, sia delle casse LCR connesse ad esso, ed il modulo IR Pass, applicabile alle casse per predisporne la comunicazione con un comando remoto.

Ti potrebbe interessare
Maroni sfida Skype sulle intercettazioni
skype

Maroni sfida Skype sulle intercettazioni

Anche il procuratore antimafia l’ha ribadito: i traffici illeciti non si fanno più per telefono, ma si preferisce Skype per la sua non intercettabilità. Roberto Maroni, quindi, chiede l’intervento dell’UE: Skype apra il proprio sistema per gli inquirenti