QR code per la pagina originale

Scelti gli advisor di Tiscali

,

Gli advisor di Tiscali, durante il processo di aggregazione, saranno quasi sicuramente il Gruppo Intesa Sanpaolo e Jp Morgan.

È quanto riferiscono diverse fonti finanziarie vicino al dossier, precisando però che, al momento, non c’è ancora nulla di definitivo.

L’ISP sardo, da parte sua, si limita a rimandare ai contenuti del comunicato emesso il 19 febbraio scorso, in occasione dell’approvazione del bilancio 2007, ovvero l’incarico di sondare il terreno conferito all’AD. Mario Rosso.

Le fonti confermano la lista delle banche d’affari contattate da Tiscali: Banca IMI, Jp Morgan, Rothschild, Goldman Sachs e Lazard.

Se si sta delineando la scelta degli advisors, per quanto riguarda il passaggio successivo, ovvero la probabile cessione di Tiscali ad un altro operatore di telecomunicazioni, una delle fonti evidenzia che la selezione degli advisors è un tentativo, neanche troppo velato, di far uscire allo scoperto i pretendenti all’acquisizione.

Secondo l’opinione più diffusa, infatti, Tiscali sarebbe già da tempo nel mirino di Telecom Italia, che nell’ultimo periodo ha però dovuto fronteggiare l’inatteso crollo del titolo. Fra i corteggiatori figura anche Vodafone che non sembra disposta ad effettuare la prima mossa.

Con la scelta dell’advisor, la società sarda mantiene la promessa di rperire un acquirente entro la fine del primo semestre del 2007.