QR code per la pagina originale

Alex Iacone ci presenta Wikio Europa e Wikio Pages

,

Avevamo già presentato in anteprima esclusiva Wikio Europa, ma questa volta Webnews.it è riuscito a fare un’intervista a Alex Iacone, responsabile italiano di Wikio.

Oltre a presentarci Wikio Europa, ci parlerà di Wikio Pages, un progetto ancora in fase sperimentale.

Iniziamo Alex, con una breve presentazione di Wikio per chi ancora non lo conoscesse.

Wikio è un portale di informazione che prende i feed RSS, tramite un motore semantico estrae gli articoli e li distribuisce verso le varie categorie. Wikio è presente in ben 5 lingue, precisamente in 6 paesi europei. In base alla popolarità di un blog ed ai link ricevuti presenti nei feed, Wikio stila una classifica.

Come funziona la catalogazione di un post?

Il processo è semplice. I documentalisti creano le categorie, ogni categoria possiede delle parole chiave, se il post contiene la parola chiave in un ambiente preciso, l’articolo viene inserito in una determinata categoria. Quando Wikio vede che più articoli trattano dello stesso argomento, >crea automaticamente delle discussioni, e aggrega gli articoli che crede opportuni in una pagina.

Sbaglio se paragono Wikio a servizi come Digg e Google News?

Ovvio! Al contrario di Digg, il voto non è l’unico componente per far apparire la notizia in prima pagina. Per quanto riguarda Google News, abbiamo molte più fonti, Google News ne conta circa 250, mentre Wikio 22mila.

Dato che chi ci segue sono anche dei blogger iscritti a Wikio, come posso far apparire il mio contenuto in home?

Eheh. Per entrare nella home bisogna vedere quanto è fresca la news e quanti blog ne parlano.

Come dicevi prima Wikio è presente in sei paesi diversi, qual’è la situazione italiana?

Diciamo che Wikio Italia è online da quasi un anno e mezzo, e siamo già arrivati ad ottimi livelli, infatti l’Italia genera il 2° traffico in Europa. Più che news dai blog, sono molti anche i commenti e i post scritti direttamente da Wikio.

Quali saranno le prossime novità?

In primis il generatore di Gadget Vista, Mac, e Google Desktop, per dare la possibilità di creare Gadget grazie ai feed di Wikio.it e tenersi sempre aggiornati, e poi sicuramente Wikio Pages.

Beh non resta che presentare Wikio Pages, no?

Wikio Pages è servizio di pubblicazione di pagine tematiche, è gratuito e libero dalla moderazione, si possono creare una o più pagine, che puoi riempire, realizzando, grazie ai flussi di post che passano per il motore semantico di Wikio, grafici, box di news, discussioni e widget, che possono essere inseriti anche sul proprio blog.

A chi consiglieresti di utilizzare Wikio Pages?

Consiglio Wikio Pages a chi volesse realizzare statistiche di quanto si parla di una determinata cosa, per creare grafici con dati dinamici e sempre aggiornati, generando titoli di notizie in maniera automatica, filtrata e moderata. Sicuramente è uno strumento utile per vegliare alcuni argomenti, si può seguire l’evoluzione di una discussione nella blogosfera italiana, ad esempio. Se una persona vuole fare un post su un argomento può ottenere velocemente dei dati. Ovviamente è altamente flessibile, tanto che si possono aggiungere CSS, o embeddare tutto il contenuto della propria pagina sul proprio sito.

Piccola pecca, è ancora in Francese, la lingua italiana?

Wikio Pages è uno strumento ancora da localizzare in Italiano, per adesso è utilizzabile solo in Francese, perché è una delle novità dopo tutto, no? Scherzi a parte, Wikio Pages è ancora in fase sperimentale.

Si può mescolare la stessa notizia ma proveniente dai diversi Wikio europei?

Certo che puoi! Puoi realizzare grafici in più lingue ad esempio. Usatelo, iscrivetevi è gratis