QR code per la pagina originale

Norvegia: MPAA non riceve l’appoggio dei provider

,

L’avvocato Espen Tondel ha inviato una lettera all’associazione dei provider norvegesi IKT Norway per conto della MPAA, l’associazione senza scopo di lucro che si dà molto da fare per non permettere l’infrazione del copyright.

Ciò che viene chiesto è di vigilare i propri utenti, fornendo i nomi di coloro che vengono beccati a condividere file protetti e minacciandoli della privazione della connessione. Il tutto ricorda un po’ l’intenzione del governo inglese.

Tondel si è visto rispondere dai rappresentanti dei provider che loro non sono né degli agenti di polizia né tantomeno dei detective, affermando quindi che secondo la costituzione non spetta a loro questo compito, bensì all’autorità giudiziaria.

Affermano di non poter agire in questo modo per questioni di privacy, perché verrebbe meno il contratto stipulato con gli abbonati e a proposito di ciò, molto esplicativa è la frase del portavoce di IKT Norway, Hallstein Bjercke:

Dare questo tipo di responsabilità agli ISP è un po’ come chiedere al portalettere di controllare il contenuto di ogni lettera e pacco consegnato.