QR code per la pagina originale

La connessione più veloce al mondo asciuga i panni

,

Qualcuno di voi forse si ricorderà ancora di Sigbritt Löthberg, l’arzilla vecchietta svedese di 75 anni con la connessione Internet più veloce al mondo. La notizia aveva destato particolare scalpore durante la scorsa estate, stagione ideale per diffondere sull’intero globo notizie curiose e poco impegnative (chi mai vuole essere triste in vacanza..?).

A distanza di qualche mese, la simpatica nonnetta torna a far parlare di sé. La sua casa ipertecnologica dotata di una connessione a banda smisurata da 40 gigabit al secondo ha incuriosito un giornale svedese, determinato a scoprire come fosse cambiata la vita di Sigbritt dopo l’introduzione di Internet a grandissima velocità nella sua vita. La risposta fornita da Hafsteinn Jonsson, responsabile del progetto per sperimentare le nuove fibre ottiche è stato a dir poco sorprendente.

A che cosa è servita fino ad ora la connessione a Sigbritt? Semplice: ad asciugare i panni del suo bucato. Pare, infatti, che i potenti cavi in fibra ottica tendessero a scaldarsi particolarmente, trasformandosi in veri e propri termosifoni. Nulla di male per la Svezia, anzi, un’ottima occasione per non accendere l’asciugatrice e provvedere in un modo più ecosostenibile al proprio bucato.

Il piccolo effetto collaterale, genialmente risolto da Sigbritt, non sminuisce certamente l’ambizioso progetto sviluppato dal suo figlioletto Peter Löthberg, una sorta di “guru” dell’informatica scandinava. Il segreto del sistema risiede in una particolare tecnica di modulazione che consente ai dati di essere trasferiti da un router all’altro per una distanza massima di 2.000 Km senza alcun punto intermedio e senza alcuna perdita di segnale, o dati. La connessione di Sigbritt è stata comunque ridotta alla pur sempre ragguardevole velocità di 10 gigabit al secondo per evitare un eccessivo surriscaldamento dei cavi. Ma, entro la prossima estate, l’arzilla vecchietta potrebbe contare su una connessione in grado di trasmettere 100 gigabit al secondo. Ed è tutto merito di suo figlio…