WACS7500: wireless music system da Philips

Philips ha annunciato il lancio di un nuovo modello della gamma Streamium, che combina un design accattivante a una grande qualità di suono, con la possibilità di ascoltare le web radio trasmesse in streaming.Il WACS7500 consiste di un’unità base (main) e di una stazione satellite supplementare.In totale possono essere connesse alla base cinque satelliti, ciascuno

Philips ha annunciato il lancio di un nuovo modello della gamma Streamium, che combina un design accattivante a una grande qualità di suono, con la possibilità di ascoltare le web radio trasmesse in streaming.

Il WACS7500 consiste di un’unità base (main) e di una stazione satellite supplementare.

In totale possono essere connesse alla base cinque satelliti, ciascuno dei quali utilizzabile indipendentemente per ascoltare brani differenti.

In pratica, questo significa che mentre qualcuno ascolta il concerto di Mozart su un CD in salone, qualcun altro contemporaneamente può ascoltare il radiogiornale in un’altra stanza, o un MP3, o la radio tradizionale. L’unità principale è utilizzata per leggere i CD e conservarli in MP3 nell’hard disk interno da 80 GB, sufficienti per 1500 CD.

Questo processo utilizza una connessione a Internet mediante Ethernet o Wi-Fi, e si connette a un database per assicurarsi che ogni traccia o album venga correttamente etichettata e catalogata.

Mediante la stessa connessione, l’unità centrale si collega alle web radio e può essere addirittura utilizzata per prelevare un file da un computer connesso alla rete domestica. Vi è inoltre la possibilità di utilizzare questo sistema con un iPod.

Nonostante le dimensioni siano state ridotte, il sistema interno di streaming è stato migliorato.
La main unit e una singola stazione satellite sono disponibili al prezzo di circa 880 euro; il prezzo di ciascuna stazione satellite è di circa 250 euro.

Ti potrebbe interessare
Gli italiani amano le news online
Web e Social

Gli italiani amano le news online

Secondo i dati pubblicati da IAB Europe con lo scopo di verificare le tende e le abitudini degli utenti europei sul Web, gli italiani sono tra i maggiori consumatori di news online tra tutti gli internauti d’Europa.Secondo lo studio, la maggior parte degli utenti di Internet si connette sei o sette giorni alla settimana e

Yahoo riparte da Y!ou
Business

Yahoo riparte da Y!ou

Y!ou, ovvero il rilancio del brand Yahoo. Una pesante campagna promozionale sta per partire, per riposizionare il brand ed immettere al centro del messaggio l’utente e la sua esperienza online. Bartz promette: i licenziamenti sono terminati, si riparte

Easy TIM New, 18 centesimi verso tutti
Google

Easy TIM New, 18 centesimi verso tutti

Parte dal 26 Maggio un nuovo piano tariffario di TIM: il nome è Easy TIM New ed è disponibile esclusivamente per clienti prepagati.La tariffa è molto semplice: 18 centesimi al minuto con tutti senza scatto alla risposta, tariffati a scatti anticipati di 60 secondi. Di 15 centesimi è, invece, il costo degli SMS.Le tariffe per

Crescono le vendite di musica digitale

Crescono le vendite di musica digitale

Le vendite di musica digitale, effettuate tramite la rete, continuano a crescere: i ricavi delle compagnie che commerciano file MP3 sono, infatti, aumentati del 40%, fino ad arrivare a un valore assoluto che sfiora i 3 miliardi di dollari.I dati pubblicati dalla Federazione Internazionale dell’Industria Fonografica sono sicuramente soddisfacenti per il recente business digitale, anche

Governo Informa è uno dei propositi di fine anno
Web e Social

Governo Informa è uno dei propositi di fine anno

Da oggi, in occasione della Conferenza stampa di fine anno del Presidente Prodi è online www.governoinforma.it, il primo webmagazine dedicato all’attività dell’esecutivo. Progettato e realizzato dalla Struttura di Comunicazione del Governo, il sito è suddiviso in quattro sezioni principali – Primo Piano, Azione di Governo, Multimedia e La vostra opinione – e offre una lettura

L’Europa fa la voce grossa sulla musica online
Business

L’Europa fa la voce grossa sulla musica online

Il Parlamento Europeo prende in mano la situazione e delinea la proprie volontà nell’approccio al sistema della musica online: apertura, interoperabilità e raccolta collettiva dei diritti. La normativa dovrà inoltre tutelare gli anelli deboli del mercato