Sony, la cura anti-dollaro è il taglio dei costi

La giapponese Sony, produttrice (tra le altre cose) della console Playstation e dei computer della serie Vaio, giovedì scorso ha dichiarato di voler tagliare i costi e di spingere sulle vendite per rimediare all’impatto negativo causato dalla forza dello yen nei confronti del dollaro.La valuta nazionale ha infatti raggiunto livelli molto elevati nei confronti della

La giapponese Sony, produttrice (tra le altre cose) della console Playstation e dei computer della serie Vaio, giovedì scorso ha dichiarato di voler tagliare i costi e di spingere sulle vendite per rimediare all’impatto negativo causato dalla forza dello yen nei confronti del dollaro.

La valuta nazionale ha infatti raggiunto livelli molto elevati nei confronti della moneta statunitense, e questo non può che influire negativamente sui profitti della compagnia, che continua a mantenere una parte consistente dei propri business con partner d’oltreoceano.

Il Presidente di Sony Ryoji Chubachi ha a tal proposito dichiarato di avere una strategia per affrontare la debolezza del dollaro nel medio e nel lungo termine, “abbassando i costi di produzione nella misura massima possibile”, il che, pensiamo, corrisponderà a un dirottamento degli impianti produttivi laddove i costi delle risorse (umane e materiali) sono inferiori.

Chubachi ha poi ribadito come la debolezza della valuta statunitense nei confronti di quelle asiatiche stia riducendo le esportazioni della regione verso gli Stati Uniti, che è ancora oggi la destinazione chiave per il successo di Sony, che proprio nel Paese a stelle e strisce ottiene circa tre quarti dei ricavi complessivi.

Ti potrebbe interessare
Red Hat compra Qumranet per 107 milioni USD
linux

Red Hat compra Qumranet per 107 milioni USD

Red Hat, società nota in tutto il mondo per avere lanciato i software a marchio Linux, ha annunciato l’acquisto di una compagnia israeliana specializzata nello sviluppo di soluzioni virtuali digitali, la Qumranet: la transazione sarebbe avvenuta ad un costo pari a 107 milioni di dollari.Il presidente e chief executive officer di Red Hat, Jim Whitehurst,

HTC Shift, Gps integrato?
Imaging

HTC Shift, Gps integrato?

L’attesissimo HTC Shift il primo UMPC prodotto da HTC presenterebbe una gradita sorpresa: il GPS integrato.Anche se non attivo di default, i soliti smanettoni sarebbero riusciti a trovare un’applicazione nascosta che l’attiverebbe. Unico problema il fatto che il fix si raggiunga con molta difficoltà, segno che forse verrà attivato più in avanti con aggiornamenti diretti