Qualcomm espande i propri servizi televisivi

Qualcomm ha dichiarato giovedì scorso che raddoppierà la capacità del suo servizio di televisione mobile: tale annuncio segue a breve distanza l’acquisto di alcuni canali che permetteranno alla compagnia di ampliare le trasmissioni su entrambe le coste americane.Qualcomm ha infatti annunciato di aver pagato 554 milioni di dollari per acquistare il vecchio canale UHF 56

Qualcomm ha dichiarato giovedì scorso che raddoppierà la capacità del suo servizio di televisione mobile: tale annuncio segue a breve distanza l’acquisto di alcuni canali che permetteranno alla compagnia di ampliare le trasmissioni su entrambe le coste americane.

Qualcomm ha infatti annunciato di aver pagato 554 milioni di dollari per acquistare il vecchio canale UHF 56 nelle aree di Boston, New York, Philadelphia, Los Angeles e San Francisco.

I nuovi acquisti consentiranno al proprio servizio MediaFLO USA di raddoppiare l’offerta su vastissime aree del territorio statunitense, dall’Orange County alla California del Nord per quanto riguarda la costa ovest e da New Hampshire al Maryland per la costa est.

Le altre licenze del canale 56 degli Stati Uniti sono state invece acquistate, con un’offerta a sorpresa di 712 milioni di dollari, dalla Dish Network Corp.

Ti potrebbe interessare
HP Slate non è morto e arriverà alla fine del 2010
Microsoft

HP Slate non è morto e arriverà alla fine del 2010

HP Slate non morirà. È quanto emerso dalle recenti dichiarazioni del colosso dell’hardware che, insieme a Microsoft, produrrà un tablet PC entro la fine dell’anno.Trovano quindi conferma le affermazioni di Microsoft che, tramite il suo CEO Steve Ballmer, si era dichiarata convinta di produrre il suo tablet e di metterlo in commercio nel 2010. Così

Il futuro della telefonia fissa è il VoIP, non ULL
Prezzi e tariffe

Il futuro della telefonia fissa è il VoIP, non ULL

Pochi anni fa parti il servizio di Wind-Infostrada che permetteva di eliminare il canone Telecom Italia ed avere come unico gestore di telefonia fissa l’operatore verde-arancio. Per attivare il servizio era necessaria una copertura ULL, di preciso Wind doveva essere presente nella centrale dell’utente con i propri apparati e chiedere a Telecom Italia di collegare