Micron: moduli DDR3 SO-DIMM da 4 Gigabyte

Micron Technology ha recentemente annunciato lo sviluppo di moduli di memoria DDR3 SO-DIMM aventi capacità di 4 Gigabyte, la cui produzione in volumi dovrebbe iniziare entro la fine del terzo trimestre dell’anno.I moduli proposti da Micron permetteranno la costruzione di notebook caratterizzati dalla presenza di 8 Gigabyte di memoria RAM DDR3. Una tale configurazione di

Micron Technology ha recentemente annunciato lo sviluppo di moduli di memoria DDR3 SO-DIMM aventi capacità di 4 Gigabyte, la cui produzione in volumi dovrebbe iniziare entro la fine del terzo trimestre dell’anno.

I moduli proposti da Micron permetteranno la costruzione di notebook caratterizzati dalla presenza di 8 Gigabyte di memoria RAM DDR3. Una tale configurazione di memoria non sarà però realizzabile fino al momento in cui Intel rilascerà la propria piattaforma Montevina, meglio conosciuta come Intel Centrino 2.

I chipset Intel GM45, GM47 e PM45, sui quali si basa la piattaforma Centrino 2, saranno infatti i primi chipset in grado di garantire il supporto alla memoria DDR3 nel settore notebook, anche se al momento non è possibile sapere quale sarà la quantità massima di memoria installabile.

Inoltre, bisogna tener conto del fatto che per sfruttare un quantitativo di memoria RAM superiore ai 4 Gigabyte è necessario l’utilizzo di sistemi operativi a 64 bit, ancora poco diffusi tra gli utenti.

Le prime soluzioni che adotteranno i moduli DDR3 da 4 Gigabyte sviluppati da Micron saranno riservate alla fascia più alta del mercato, i cui prodotti hanno un prezzo generalmente fuori portata per la maggior parte dei consumatori.

Nonostante ciò, l’impegno delle aziende nello sviluppo di componenti tecnologicamente avanzati per il settore mobile, evidenzia il fatto che i sistemi portatili rimpiazzeranno in un tempo relativamente breve i PC desktop, offrendo agli utenti prestazioni degne dei sistemi fissi.

Ti potrebbe interessare
Safari 5.0.2, un aggiornamento di sicurezza per il browser Apple
Apple

Safari 5.0.2, un aggiornamento di sicurezza per il browser Apple

Apple ha appena rilasciato un aggiornamento software per Safari, per migliorarne la compatibilità e, soprattutto la sicurezza: avviando “Aggiornamento Software” dal vostro Mac, dovreste trovare disponibile Safari 5.0.2 (se utilizzate Leopard o Snow Leopard) oppure, se siete ancora su Tiger, Safari 4.1.2.Come spiegato dalle pagine del Supporto Apple – sito ufficiale, questo aggiornamento va a

Fincons Group ricerca Junior Programmer per Milano
Web e Social

Fincons Group ricerca Junior Programmer per Milano

Fincons Group, società di consulenza per la gestione ottimale dei sistemi informativi delle aziende, è alla ricerca di un Junior Programmer per la sede di Milano.Il candidato ideale è un giovane e brillate neolaureato in Discipline Informatiche oppure Ingegneria con un’età compresa tra i 25 e i 28 anni.La figura selezionata affiancherà il senior di

Arriva la prima vera tassazione sul VoIP
Web e Social

Arriva la prima vera tassazione sul VoIP

Sono piccoli segnali ma indicano che qualcosa si sta muovendo e che potrebbe presto o tardi travolgere anche noi. Los Angeles, California, ha introdotto per la prima volta una vera e propria tassa del 9% sulle chiamate VoIP.

3 patch nuove, 2 riproposte e 1 che manca
Software e App

3 patch nuove, 2 riproposte e 1 che manca

Microsoft distribuisce tre nuove patch per risolvere altrettanti problemi in Microsoft Publisher e Microsoft Windows. Due patch sono inoltre ripescate dagli aggiornamenti di Agosto e re-distribuite. Manca, però, la patch relativa al problema in Word

Motori di ricerca, è guerra di cifre
Software e App

Motori di ricerca, è guerra di cifre

Google catalizza gran parte delle query dell’utenza, domina il settore della ricerca immagine e spartisce con Baidu il mercato cinese. Yahoo segna le migliori performance a livello di network e rilancia la sfida dopo l’offensiva di Google Finance

Sony Rootkit affaire
Software e App

Sony Rootkit affaire

Sony BMG installa piccoli programmini invisibili ed in grado di monitorare l’attività di Digital Right Management (copie illegali, attività illecite) in relazione ai propri CD. La cosa ha attirato immediatamente motivate antipatie da parte dell’utenza