QR code per la pagina originale

Sei mesi di stop per Elizabeth Martin

,

Un avvocato Svizzero, dopo aver inviato centinaia di lettere a degli sharer, accusati dalla Logistep di aver condiviso illegalmente un gioco di nome “Call of Juarez” (prodotto della società Techland), si è vista espellere dalla sua carica per bene sei mesi; a riportarlo è il sito torrentfreak.

A condannarla è stato il Paris Bar Council; l’avvocato chiedeva ai mal capitati di pagare la cifra di quattrocento euro pro capite, arrivando anche ad usare un tono minaccioso:

Se non sarete in grado di pagare i danni, il nostro cliente cercherà di trarre giusta ricompensa dalla vendita dei vostri beni.

Elizabeth Martin (questo il nome dell’avvocato) aveva affermato, inoltre, che se i colpevoli sarebbero stati portati in tribunale, anziché cavarsela con poche centinaia di euro, avrebbero dovuto sborsare somme dell’ordine delle migliaia di euro.

Purtroppo per lei non è stato così: dopo essere stata oggetto di un’indagine del Conseil de l’Ordre du Barreau, è stata condannata dalle persone del suo stesso mondo, quello giuridico, all’astensione dall’attività lavorativa per sei mesi. Di certo non migliore la situazione della Logistep, società anti-pirateria che è spesso accusata di infrangere la privacy degli utenti svizzeri e non solo.