Yahoo lancia la sfida a YouTube di Google

Yahoo ha annunciato che inizierà a permettere la pubblicazione di video amatoriali all’interno del suo sito di condivisione di foto, Flickr, dando pertanto l’avvio a quella che sarà una lunga battaglia con l’attuale leader del mercato, YouTube di Google.L’annuncio è stato considerato in maniera molto positiva dalla stampa americana, che continua a considerare Yahoo come

Yahoo ha annunciato che inizierà a permettere la pubblicazione di video amatoriali all’interno del suo sito di condivisione di foto, Flickr, dando pertanto l’avvio a quella che sarà una lunga battaglia con l’attuale leader del mercato, YouTube di Google.

L’annuncio è stato considerato in maniera molto positiva dalla stampa americana, che continua a considerare Yahoo come uno dei pochi concorrenti in grado di scalfire il primato di Google, anche ora che la compagnia sembra aver rifiutato definitivamente l’offerta di oltre 40 miliardi di dollari avanzata da Microsoft.

E così, proprio mentre infuriavano le discussioni con Microsoft, Yahoo ha pensato bene di dare una spinta ai propri progetti in cantiere da tempo, sperando che l’innovazione prevista in Flickr possa incrementare i propri utili. Le ricerche online, come la condivisione di video amatoriali, è di fatti uno dei segmenti del mercato più interessanti per la società di Sunnyvale.

Ma per gli analisti, comunque, Google dovrebbe poter star tranquilla almeno per un po’: il funzionamento di Flickr prevede, infatti, che solamente gli utenti “pro” (che pagano circa 25 dollari all’anno come costo di sottoscrizione) possano pubblicare videoclip di lunga durata. Il servizio verrà offerto in inglese, in francese, in tedesco, in italiano, in coreano, in portoghese, in spagnolo e in cinese.

Ti potrebbe interessare
NGM presenta DG 689, cellulare con Dual SIM
Google

NGM presenta DG 689, cellulare con Dual SIM

Che sia per lavoro, o per altre esigenze personali, al giorno d’oggi sono in molti a possedere più di una scheda SIM: NGM offre un’ottima soluzione, grazie ai sistemi DSFA (Dual Sim Full Active) e DSB (Dual StandBy), il suo telefono cellulare DG689 è in grado di ospitare due schede SIM che funzionano contemporaneamente e