Supercomputer IBM raffreddato a liquido

IBM presenta il nuovo sistema Power 575 “Hydro-Cluster”, basato sul processore IBM POWER6, destinato all’utilizzo come workstation UNIX nell’ambito del supercomputing per la risoluzione di problemi di competenza ingegneristica e aerospaziale, nonché per le modellazioni matematiche in campo metereologico.I numeri di questo sistema sono impressionanti: con un totale di 448 processori POWER6 da 4.7GHz (disposti

IBM presenta il nuovo sistema Power 575 “Hydro-Cluster”, basato sul processore IBM POWER6, destinato all’utilizzo come workstation UNIX nell’ambito del supercomputing per la risoluzione di problemi di competenza ingegneristica e aerospaziale, nonché per le modellazioni matematiche in campo metereologico.

I numeri di questo sistema sono impressionanti: con un totale di 448 processori POWER6 da 4.7GHz (disposti a 32 processori per cluster e con 14 cluster per rack) e 3.5TB di memoria RAM è possibile ottenere una potenza di calcolo di ben 600 GFlops per ogni singolo nodo della rete di supercomputer.

Oltre i numeri c’è un altro aspetto che che caratterizza questo cluster, come già si intuisce dalla denominazione Hydro-Cluster scelta da IBM: il sistema di raffreddamento a liquido. In particolare tutti i processori del cluster sono provvisti di waterblock collegati tra loro attraverso una apposita rete di distribuzione del liquido di raffreddamento, ottimizzata per lavorare in modo efficiente su tutti i cluster di ogni rack.

Stando alle informazioni rilasciate da IBM questo tipo di raffreddmento è fino a 4000 volte più efficiente rispetto al tradizionale raffreddamento ad aria e richiederebbe l’80% in meno di unità di condizionamento dell’aria nei datacenter, con una riduzione dei consumi energetici pari al 40%.

Inoltre i tecnici IBM propongono un’interessante gestione dei flussi del liquido di raffreddamento ormai riscaldato, per approfondimenti vi segnalo il video proposto qui di seguito e la press relase ufficiale.

Ti potrebbe interessare
Corsi informatica di base e avanzati della Regione Piemonte
Web e Social

Corsi informatica di base e avanzati della Regione Piemonte

Anche in Piemonte, come in Campania, le attività formative dell’Informagiovani sono aperte e riguardano l’insegnamento dell’informatica. Più precisamente vi segnaliamo due corsi promossi da CNOS-FAP Regione Piemonte.Entrambi si svolgeranno a Savigliano (Cn) e avranno la durata di 60 ore. Il primo di livello base ed il secondo avanzato seguiranno un orario serale per due giorni

Craigslist non è responsabile dei suoi annunci
Business

Craigslist non è responsabile dei suoi annunci

Una Corte d’appello federale statunitense ha assolto Craigslist dall’accusa di aver pubblicato annunci discriminatori sul proprio portale. L’attività del sito sarebbe di semplice intermediazione e dunque non legata ai contenuti degli annunci

Lunga vita ai casual game
Web e Social

Lunga vita ai casual game

Cresce sempre più l’interesse per i casual game, i giochi semplici ma divertenti che da qualche anno spopolano su Internet e sui telefoni cellulari, un mercato che è cresciuto del 20% nel 2007 e che vale 2,25 miliardi di dollari

In 10 milioni su Skype
skype

In 10 milioni su Skype

E’ successo poco fa. Contemporaneamente in 10 milioni su Skype. Sarà vero forse che sta diminuendo il numero dei minuti di chiamata, sarà vero forse che l’acquisto da parte di eBay era stato sovrastimato, sarà vero forse che il software non ha più la magia dei primi tempi. Ma intanto il numero della community connessa

P2P, si apre il fronte italiano
Intrattenimento Web e Social

P2P, si apre il fronte italiano

La FPM (Federazione contro la Pirateria Musicale) dichiara espressamente di voler aprire un fronte contro il P2P. Dalle pagine del sito si evince comunque come la lotta non sia contro i download individuali, quanto contro la masterizzazione selvaggia