QR code per la pagina originale

Assemblaggio di un computer fai-da-te (Parte terza)

,

Bene, dopo i due post iniziali sulla scelta dei pezzi e al montaggio del processore e siamo pronti ad installare il nostro hard disk, per questo articolo ho scelto un hard disk Sata da 320 GigaByte dato l’andamento dei prezzi al ribasso la marca non ha importanza, rimettiamo il case in posizione verticale e, in una bay da 3,5 pollici inseriamo l’hard disk, lo fissiamo con 4 viti negli appositi fori, estraiamo il cavo SATA dalla confezione della mainboard, normalmente è rosso con i connettori neri, l’alimentazione la prendiamo direttamente dall’alimentatore che ha già il connettore pronto per le periferiche SATA, operazione veramente semplice.

Normalmente gli hard disk nuovi sono già configurati come Master, cioè, il primo hard disk che verrà cercato dal BIOS, però, per sicurezza, accertatevi che il Jumper (ponticello) sia posizionato come Master, la posizione e i ponticelli possono variare a seconda del modello di hard disk , basta comunque verificare sul dorso dell’hard disk dove solitamente si può trovare un adesivo con specificato l’ordine dei jumper.

Prepariamo il masterizzatore, che andrà inserito in un bay da 5 e 1/4, possibilmente lasciando abbastanza spazio tra l’hard disk e il masterizzatore in modo da favorire la circolazione dell’aria, anche in questo caso controlliamo la posizione del jumper,

lo lasceremo come master dato che collegheremo il masterizzatore ad un canale IDE anziché ad uno Sata, il cavo di connessione è riconoscibile facilmente, in quanto è una piattina da 40/80 poli, grigia con un connettore azzurro e uno grigio (ma a volte i colori cambiano a seconda del produttore della mainboard), fate attenzione ad un particolare, e cioè, su di un lato della piattina un filo è colorato di rosso o di nero, quella parte viene usata per l’orientamento del cavo e deve essere rivolto verso la presa di alimentazione elettrica del masterizzatore, normalmente a destra guardandone il retro, inseriamo il cavo di alimentazione e, alla fine fissiamo il masterizzatore nel bay per mezzo di 4 viti. Le viti che useremo sia per l’hard disk che per il masterizzatore e il floppy disk le troviamo sempre nella busta delle minuterie che abbiamo estratto dalla confezione della mainboard.

Terminiamo l’articolo di oggi con l’installazione del floppy disk, anche se con le nuove tecnologie questa periferica è ormai obsoleta ma a volte necessaria, il floppy disk lo installiamo in un apposito bay da 3,5 pollici, colleghiamo l’alimentazione, che usa un connettore bianco piccolo e sagomato, quindi è impossibile sbagliare l’inserzione, inseriamo ora il cavo di connessione dati, anche qui una piattina, ma da 36 pin, anch’essa contrassegnata da una banda rossa o nera ad un lato che servirà da orientamento, per non sbagliare l’inserzione, controlliamo sulla schedina del floppy dove è posizionato il numero 1, solitamente è a sinistra guardando il retro del floppy, ed inseriamo il cavo dati, per finire, inseriamo la parte libera dei cavi nella mainboard, il cavo SATA sarà semplice, è ad inserimento forzato, mentre sia il masterizzatore che il floppy drive dovranno essere collegati sempre rispettando la banda rossa o nera e leggendo sulla mainboard il lato con scritto 1, questo è il lato in cui andrà inserita la piattina con la banda colorata.

Anche questo termina, ma, con il prossimo continueremo l’installazione dei componenti, memorie e scheda video.