QR code per la pagina originale

Le nuove pubblicità Wii: per molti, ma non per tutti

,

Chi non le ha viste in tv le nuove pubblicità Nintendo Wii? In pratica si vede sì il gioco, ma soprattutto si vedono i giocatori. Si sentono i loro urletti. Si vedono le loro facce deformate dalla foga del gioco, si vede il divano, si vede un quadretto divertente.

Ora: YouTube sembra non mettere a disposizione le promo italiane, comunque una che rende l’idea c’è:

Altri video in stile son qui, qui e qui.

Se vi piacciono compratevi Wii. Se non vi piacciono proseguite invece dopo il salto.

Quandomai la pubblicità di Xbox o PlayStation si sognerebbe di far vedere i giocatori invece che il gioco?

La scelta però è palesemente azzeccata. Il bello di Wii non è il gioco ma… il giocarci. Il bello è il contesto, è il fingere una partita a tennis sbracciando alla Roger Federer. Non sarà mai la grafica a far comprare una Wii, né tantomeno gli effetti speciali di un gioco d’azione. Chi compra la Wii invece vuole sentire gli urletti degli amici, vuole vederli contorcersi per muovere il controller, vuole creare quello spirito da “spaghettata di mezzanotte” che Panariello ben ha reso da testimonial della console.

Chi è abituato a Xbox e PlayStation non apprezzerà queste pubblicità. E non ipotizzerà di comprare Wii. Ma Wii, semplicemente, non è per loro. E nemmeno lo è quindi la pubblicità.