QR code per la pagina originale

Come migliorare le prestazioni della rete effettuando lo Shaping (Prima parte)

,

Lo Shaping di bandwith è una pratica che si sta molto diffondendo ultimamente soprattutto a livello di PMI ed utenze avanzate.
In poche parole questa tecnica consente di indirizzare una determinata quantità di banda verso un servizio piuttosto che un altro.
Queste operazioni si rivelano particolarmente efficaci nel caso in cui sulla rete siano presenti server web, Voce, file sharing e combinazioni di questi impedendo ad un applicativo di prevaricare sugli altri occupando tutta la banda disponibile.
Attualmente esistono vari metodi per fare Shaping quelli che vanno per la maggiore consistono nell’utilizzo di un hardware (router/firewall) gestito in maniera abbastanza semplice, anche se non mancano le alternative software.

In questa prima parte del post ci occuperemo delle soluzioni hardware che, visto l’abbassamento dei costi del networking, rappresentano la soluzione ottimale per chi dovesse già rinnovare il proprio “parco macchine”.
A seconda del modello di router si possono avere due tipi di gestione dello shaping; la prima, presente anche su modelli poco costosi, consiste nell’impostazione della priorità dei pacchetti alle singole applicazioni.
Attraverso questo passaggio non è possibile impostare la quantità di banda riservata al singolo applicativo ma sarà il router in tempo reale a deciderlo seguendo un proprio algoritmo di precedenze.
Su macchine più avanzate (soprattutto firewall dedicati) è invece possibile trovare una gestione più libera dove è possibile indicare con precisione la percentuale e/o il valore assoluto della banda da riservare all’applicativo.
Questo tipo di gestione è sicuramente più precisa ma espone la rete a significativi sprechi: qualora le altre applicazioni non stessero inviando/ricevendo non verrà comunque superato il limite imposto di bandwith.
Per ovviare a questo inconveniente in alcuni modelli e/o in release di nuovi firmware è stata data la possibilità di settare una percentuale dell’avaible bandwith dato variabile chiaramente a seconda del carico che sta subendo la rete.
In foto lo Zyxel HW660 router con gestione avanzata del bandwith Shaping.