Xerox va in perdita, ma è tutto previsto

Xerox ha pubblicato venerdì scorso i risultati trimestrali, secondo i quali la compagnia avrebbe conseguito una nuova perdita di 244 milioni di dollari nei primi tre mesi dell’anno.Wall Street, tuttavia, non si è mostrata né sorpresa né abbattuta, visto che il risultato di Xerox rispecchia in pieno le previsioni degli analisti americani.La compagnia con sede

Xerox ha pubblicato venerdì scorso i risultati trimestrali, secondo i quali la compagnia avrebbe conseguito una nuova perdita di 244 milioni di dollari nei primi tre mesi dell’anno.

Wall Street, tuttavia, non si è mostrata né sorpresa né abbattuta, visto che il risultato di Xerox rispecchia in pieno le previsioni degli analisti americani.

La compagnia con sede a Norwalk, ha pertanto ottenuto una perdita equivalente a 27 centesimi per azione, in netto contrasto con l’utile di 233 milioni di dollari, o 24 centesimi per azione, di un anno fa.

I ricavi da vendita sono invece cresciuti del 13% a quota 4,34 miliardi di dollari, contro i 3,84 miliardi di dollari di un anno fa, e oltre le stime di Wall Street pari a 4,24 miliardi. Nonostante la perdita, pertanto, le azioni di Xerox hanno guadagnato il 7% nella giornata di venerdì.

Ti potrebbe interessare
Smettete di fumare! Parola di Bill Gates
Web e Social

Smettete di fumare! Parola di Bill Gates

Smettete di fumare! Inizia così, con questo monito, la nuova vita di Bill Gates. La sua fondazione verserà 125 milioni di dollari in 5 anni ad un fondo organizzato da Michael Bloomberg (sindaco di New York) per limitare l’uso delle sigarette nel mondo.Gates, si sa, dopo aver abbandonato Microsoft si è dedicato full time alla

Il rally di Fastweb in seguito ai rumor sul delisting
Web e Social

Il rally di Fastweb in seguito ai rumor sul delisting

Tornano a circolare indiscrezioni secondo le quali Swisscom, azionista di controllo (82%) di Fastweb, starebbe riconsiderando la possibilità di cancellare la società di telecomunicazioni dal listino di borsa.I rumor hanno prodotto un eccesso di rialzo del titolo che conseguentemente è stato sospeso in borsa e poi riammesso agli scambi di Piazza Affari segnando un 2,31%