Il salario di Jerry Yang rimane a 1 dollaro

Il co-fondatore di Yahoo, Jerry Yang, dallo scorso anno ricopre anche la carica di chief executive della compagnia. Tuttavia il suo salario non è cambiato: lo stipendio di Yang rimane fermo a 1 dollaro, una cifra simbolica che il manager ha deciso di percepire in quanto, stando alle sue recenti dichiarazioni, Yahoo lo ha già

Il co-fondatore di Yahoo, Jerry Yang, dallo scorso anno ricopre anche la carica di chief executive della compagnia. Tuttavia il suo salario non è cambiato: lo stipendio di Yang rimane fermo a 1 dollaro, una cifra simbolica che il manager ha deciso di percepire in quanto, stando alle sue recenti dichiarazioni, Yahoo lo ha già da tempo fatto diventare un miliardario.

Jerry Yang, 39 anni, non ha neppure ricevuto un premio di produzione, o delle stock options, per il suo operato in Yahoo. Tuttavia Yang è in buona compagnia, perchè non è l’unica persona, al vertice di una grossa società, ad aver limitato i propri compensi a 1 dollaro l’anno.

Tra coloro che lavorano gratis (o quasi) vi è anche lo chief executive officer di Apple, Steve Jobs, o i co-fondatori di Google Larry Page e Sergey Brin.

Osserviamo inoltre che, contrariamente a quanto succedeva negli scorsi anni, quando le dichiarazioni sulle retribuzioni dei propri manager venivano rilasciate qualche settimana prima delle assemblee annuali, Yahoo abbia inserito l’informazione nel report annuale.

Ti potrebbe interessare
BlackBerry Curve Touch: addio alla tastiera fisica
Google

BlackBerry Curve Touch: addio alla tastiera fisica

È conosciuto per il momento con il nome in codice “Malibu”, ma quando arriverà nei negozi dovrebbe essere meglio identificato come BlackBerry Curve Touch, il nuovo smartphone di fascia media al quale RIM sta lavorando.Di ufficiale su questo nuovo modello non si sa nulla, ma c’è chi, come il sito Crackberry.com, è riuscito non solo

Apple corregge alcune falle in Mac OsX
Software e App

Apple corregge alcune falle in Mac OsX

La società di Cupertino ha da poco rilasciato un aggiornamento di sicurezza per i suoi sistemi operativi Tiger e Leopard. Il nuovo update corregge la grave falla riscontrata un mese fa in DNS e alcuni bug minori che affliggevano gli OS della mela

Windows Vista è sempre sotto attacco
Assistenti Vocali

Windows Vista è sempre sotto attacco

Pare proprio non volersi placare la bufera che da ormai un anno si abbatte su Windows Vista. Dopo le campagne di downgrade, dopo critiche subite da ogni parte, dopo petizioni proposte ancora prima di vedere il SP1, Windows Vista deve fronteggiare i sempre più insistenti rumor che vogliono molto più vicina del previsto la prossima