Xerox inventa la carta che si cancella da sola

In un mondo dove le risorse scarseggiano sempre di più, dove continui disboscamenti continuano di anno in anno per soddisfare le nostre necessità, Xerox è impegnata in un ambizioso progetto che permetterà di ridurre lo spreco di carta. La nuota tecnologia sviluppata nei laboratori del Palo Alto Research Centre, utilizza una particolare carta rivestita di

In un mondo dove le risorse scarseggiano sempre di più, dove continui disboscamenti continuano di anno in anno per soddisfare le nostre necessità, Xerox è impegnata in un ambizioso progetto che permetterà di ridurre lo spreco di carta. La nuota tecnologia sviluppata nei laboratori del Palo Alto Research Centre, utilizza una particolare carta rivestita di un sottile strato di agenti chimici manipolabili da una stampante realizzata ad hoc, permettendo di riutilizzare dei fogli su cui si era già stampato precedentemente.

Il funzionamento è abbastanza semplice e si basa su una miscela di sostanze fotosensibili che con l’irradiazione ultravioletta riportano il foglio allo stato originale. In poche parole, l’esposizione al sole o a uno scanner apposito, permette di cancellare il foglio e di renderlo nuovamente pronto a una nuova stampa.
La vera novità è l’assenza di cartucce a inchiostro, la stampante infatti utilizza una particolare lunghezza d’onda che, facendo reagire gli elementi chimici presenti sul foglio, ne permette la scrittura.

Secondo quanto dichiarato da Xerox, la nuova tecnologia sviluppata consentirebbe una riduzione dello spreco di carta pari al 44,5%, percentuale che indicherebbe, secondo la fonte, il numero di fogli stampati e utilizzati una sola volta, il 25% dei quali viene gettato lo stesso giorno in cui viene stampato.

Di seguito quanto dichiarato da Paul Smith, direttore del centro canadese di ricerca sui nuovi materiali:

Nonostante il nostro ricorso ai computer per condividere ed elaborare l’informazione, c’è ancora una diffusa dipendenza dalla carta stampata per leggere e apprendere contenuti. Naturalmente noi tutti vorremmo usare meno carta, ma sappiamo dalle interviste sui nostri clienti che molti ancora preferiscono lavorare con l’informazione su carta. Documenti che si auto-cancellano per un uso a breve termine sono una soluzione ideale.

Ti potrebbe interessare
Toshiba produrrà i Retina Display edge-to-edge di iPhone?
Apple

Toshiba produrrà i Retina Display edge-to-edge di iPhone?

Toshiba, uno dei principali partner di Apple nello sviluppo degli schermi, dopo aver investito oltre un miliardo di dollari in una nuova industria per la produzione di schermi LCD di piccole dimensioni, ha annunciato di essere al lavoro per realizzare dei nuovi schermi LTPS con una impressionante densità di 367ppi. I formati saranno da 3.3

Com’è lavorare per Google
Imaging

Com’è lavorare per Google

Tutti conosciamo Google e lo usiamo quotidianamente, ma non ci immaginiamo la mole di lavoro che c’è dietro questo famoso marchio e dietro questa grande azienda. Se siamo curiosi di sapere come si svolge il lavoro per Google e se vogliamo scoprire chi lavora per esso e come si svolge la loro giornata tipo, possiamo

Apple sta per muovere i primi passi negli shop 3D?
Web e Social

Apple sta per muovere i primi passi negli shop 3D?

Un recente brevetto depositato da Apple fa pensare ad uno shop online 3D, simile a ciò che noi oggi vediamo nei vari metaversi quali Second Life.Alla base di questa idea c’è la constatazione che l’esperienza di acquisto online, su un tradizionale sito internet, può sembrare sterile e isolata rispetto ad una immersiva 3D, che dovrebbe