QR code per la pagina originale

Convocato il C.D.A. di Tiscali: quale futuro per l’Isp italiano?

,

Come abbiamo ampiamente raccontato, Tiscali sarebbe sul punto di essere ceduta ad aziende straniere. L’Isp italiano, ricordiamo, possiede una delle più moderne reti in fibra ottica che si estende non solo in Italia ma anche in Europa. Nel nostro Bel Paese, Tiscali dispone di access in ull/shared access che gli permette di presentare proposte completamente alternative a Telecom.
Ma a questo punto, quale sarà il suo futuro? Sappiamo che ci sono diversi scenari e diverse proposte. Oggi si riunirà il Consiglio di Amministrazione dove dovrebbe essere discusso il futuro della società.

Va detto che era stata fissata per il 5 Maggio il termine ultimo per presentare offerte amichevoli per l’acquisizione dell’azienda. Offerte che sarebbero poi state vagliate dal C.D.A. stesso.
Tra oggi e domani dunque dovremo saperne di più, ma attualmente stanno trapelando alcune indiscrezioni su chi avrebbe presentato delle offerte.

Otto sarebbero le aziende interessate di cui 2 vorrebbero acquisire Tiscali in toto e sono British Telecom e Vodafone.
Seguirebbero poi offerte “spezzatino” (cioè interessate solo a parti della società) di FastWeb, Wind, BSkyB e Virgin.

Grande favorita dovrebbe essere “Vodafone” che ha già in mente grandi progetti qui in Italia per diventare un operatore alternativo a Telecom sia nella telefonia fissa, che mobile e nel settore banda larga. Ne abbiamo già parlato di recente e tutto farebbe pensare che per Vodafone la strada sia spianta.

Tuttavia i colpi di scena sono dietro l’angolo. Nulla è ancora stato deciso ufficialmente e non è neanche detto che Tiscali venga venduta così su due piedi, ma che sia necessario attendere ancora parecchio tempo.
Nei prossimi giorni ne sapremo molto di più.