QR code per la pagina originale

La nuova sfida di Google si chiama VisualRank

,

A dieci anni di distanza dalla nascita del PageRank, il famoso algoritmo di analisi che ha rivoluzionato la modalità di indicizzazione dei contenuti, Google ci riprova ancora, questa volta però con le immagini.

La tecnologia utilizzata, per adesso ancora in fase sperimentale, utilizzerà una combinazione dei due tipi di ricerca, per contenuti e immagini, abbinando a quest’ultima una nuova tecnica di riconoscimento basato sia sul ranking che sul riconoscimento visuale.

Il nuovo algoritmo, denominato VisualRank o PageRank for Product Image Search (PageRank per la ricerca di immagini), è suffragato dallo studio dei due ricercatori di Google coinvolti nel progetto, Shumeet Baluja e Yushi Jing, i quali hanno evidenziato che applicando un punteggio alle immagini, mediante PageRank, è stato possibile ridurre fino all’80% i contenuti non rilevanti all’interno della ricerca.

Finisco di leggere in questo ottimo articolo di Gabriele Niola, tutto quello che c’è ancora da sapere su questo nuovo algoritmo e mi viene in mente il mio post su Pharos di alcuni giorni fa riguardante il volgere dell’interesse dei motori di ricerca in tale direzione.

Allora non posso non pensare che qualcosa stia effettivamente bollendo in pentola. Chissà se il nostro modo di “googlare” cambierà realmente oppure tutto questo rimarrà solo un esperimento virtuale. Voi cosa ne dite?