QR code per la pagina originale

Zalman Z-Machine LQ1000, case a raffreddamento ibrido

,

L’adozione di sistemi di raffreddamento a liquido è senza dubbio una soluzione efficace per chi desidera una resa maggiore rispetto al classico raffreddamento ad aria o magari solo per non dover sopportare il rumore delle ventole più o meno accelerate in base al carico del sistema.

Non è però impresa facile per i novizi dell’overclock quella di scegliere i componenti giusti da affiancare per realizzare un impianto a liquido completo senza incorrere in problemi di incompatibilità o di altra natura.

Zalman a tal proposito propone il nuovo cabinet integrato Z-Machine LQ1000, una soluzione completa di tutto per assemblare un PC dotato di raffreddamento ibrido a liquido e ad aria.

La comodità di questo prodotto sta nel disporre da subito di tutti i componenti studiati apposta per lavorare in perfetta compatibilità tra loro e di una serie di strumenti di controllo per le temperature e altri parametri di funzionamento del sistema.

Vediamo quindi uno per uno i componenti della Z-Machine, analizzandone le caratteristiche.

Cabinet. Realizzato in lega alluminio per un peso totale di 15Kg, è in grado di ospitare schede madri e alimentatori compatibili con i vari standard ATX. Sul frontale dispone di 5 bay da 3.5″ e 4 bay da 5.25″, 2 porte USB, una porta FireWire), connettori per cuffie e microfono, una serie di controlli potenziometrici per regolare la velocità di rotazione delle ventole interne, indicatori di flusso del liquido refrigerante e velocità delle ventole, display indicatore di temperatura e un comodo controllo volume.

Tanica per il liquido refrigerante. Ha la capacità di 300 centilitri, realizzata in lega di alluminio con una comoda feritoria in plexiglass per controllare facilmente il livello del liquido all’interno.

Pompa. Accreditata di una portata massima di 300 litri/ora, ha una potenza di 6W e richiede alimentazione a 12V, assicura il corretto flusso del liquido refrigerante attraverso i vari componenti dell’impianto.

Ventola da 220 millimetri. Situata nella paratia laterale apribile (mostrata nella prima figura in alto), è caratterizzata da un regime di rotazione variabile da 550 a 850 giri al minuto, per ottenere il massimo confort acustico unitamente a un’adeguata portata d’aria al radiatore che funge da scambiatore di calore tra il liquido refrigerante riscaldato e l’ambiente. Inoltre il flusso prodotto da questa ventola partecipa a creare un buon ricircolo d’aria nel case, da qui la denominazione di “raffreddamento ibrido” del sistema.

Waterblock per CPU (ZM-WB5). Realizzato con base in rame e struttura in alluminio è il cuore del sistema di raffreddamento, posto direttamente a contatto con la CPU. Esso si fa carico di trasferire il calore da quest’ultima al liquido in circolo nell’impianto, che sarà poi smaltito tramite il radiatore.

Liquido refrigerante anti corrosione (ZM-G300). È fornito in un pratico contenitore da 250 centilitri, a base di Glico Propilene e agenti anti corrosione per assicurare un raffreddamento efficace e la giusta protezione delle parti sensibili dell’impianto di raffreddamento.

A completare la dotazione di accessori c’è un imbuto per il rabbocco del liquido, tutti i tubi e i raccordi necessari ad assemblare il sistema. Disponibili come accessori opzionali anche i waterblock per scheda video e northbridge da inserire in serie nel circuito di raffreddamento.

Il montaggio delle periferiche all’interno del case è semplice e immediato grazie alle sue caratteristiche “tool-free” che rendono superflui attrezzi come cacciaviti e pinze.

Per ulteriori informazioni tecniche e fotografie del prodotto vi rimando alla pagina relativa allo Z-Machine LQ1000 sul sito di Zalman.