i-Joy i-HDR250, la soluzione pratica per la gestione file multimediali

Il mercato dei supporti multimediali portatili per la casa è in continua evoluzione, in tanti propongono le loro creazione e tra queste c’è i-Joy con il suo i-HDR250.Il prodotto della i-Joy non è altro che un hard disk esterno, con capacità di 160 GB, che non si occupa solo di memorizzare e preservare i nostri

Il mercato dei supporti multimediali portatili per la casa è in continua evoluzione, in tanti propongono le loro creazione e tra queste c’è i-Joy con il suo i-HDR250.

Il prodotto della i-Joy non è altro che un hard disk esterno, con capacità di 160 GB, che non si occupa solo di memorizzare e preservare i nostri file multimediali, ma è anche in grado di riprodurli e in caso di necessità di registrarli direttamente dalla fonte.

L’interfaccia dell’i-HDR250 è molto semplice e di facile utilizzo, di fatto è identica a quella utilizzata per la gestione dei file e delle cartelle sui PC.

Anche i collegamenti sono molto intuitivi, adatti a chi non è esperto di cavi e attacchi vari.

Tra le caratteristiche principali, c’è da notare la presenza di un lettore di schede di memoria nei formati SD, MMC, CF e la possibilità di collegamento al PC tramite una porta USB 2.0 o 1.1.

Prima di parlare di prezzi, da sottolineare che l’alimentatore dell’i-HDR250 è esterno e il disco prevede nella confezione anche un utilissimo telecomando per poter gestire i nostri file senza alzarci dalla poltrona.

Il prezzo di vendita sul mercato è di circa 149.90 euro, non male se pensiamo che potremmo finalmente liberarci di pile di CD e DVD per avere i nostri file multimediali sempre a portata di mano.

Ti potrebbe interessare
Con l’iPhone, in un mese, puoi…
Web e Social

Con l’iPhone, in un mese, puoi…

Con l’iPhone, in un mese, puoi… Navigare in internet con Safari tutti i giorni per 30 minuti al giorno Utilizzare Facebook per un totale di 30 minuti al giorno Utilizzare YouTube due volte a settimana navigando fra i contenuti e vedendo 15 minuti di video per volta Utilizzare Google Maps tre volte a settimana 10

Google sull’altalena del NASDAQ
Software e App

Google sull’altalena del NASDAQ

Google compra Napster, anzi no. Google farà una propria distribuzione Linux, anzi no. Google guadagna molto, ma non abbastanza. Su queste contraddizioni il titolo Google trova un -12% che spinge il titolo GOOG al ribasso